E’ ufficialmente iniziata la maxicolletta per costruire, con le donazioni dei cittadini, un’area giochi che sia accessibile a bambini normodotati e diversamente abili.

Un’idea bellissima, portata avanti dal comitato “Parco senza Frontiere” presieduto da Florinda Tegazzini, che, dopo l’approvazione del progetto da parte del Comune (con la delibera di Giunta 98 del 7 giugno scorso) vede ora la fase più delicata e, soprattutto, decisiva: la raccolta del denaro necessario per trasformare il sogno in realtà, nel parco urbano attrezzato di via Vecchia delle Vigne.

Tra il dire e il fare passano non pochi soldi: 120mila euro, quelli che occorrono per allestire in modo completamente “inclusivo” i circa 1.300 metri quadrati di suolo concesso dal Municipio, con giostre, percorsi tattilo-plantari, vialetti di collegamento e pavimentazione con gomma antitrauma nelle vicinanze dei giochi, oltre a panchine, tavoli per pic-nic, nuove piante ad alto e medio fusto, con relativa staccionata delimitante.

Tutto ciò che serve a trascorrere ore di relax a contatto con la natura e lontani da qualsiasi barriera architettonica.

Per poter dare il proprio contributo si può fare un versamento al seguente Iban

IT 14 N 03069 67684 510749167738

indicando il beneficiario “Parco Senza Frontiere Comitato” e la causale “donazione”.

Presto sarà possibile anche donare anche in contanti in appositi salvadanai “griffati” col logo del comitato e che verranno installati nelle attività commerciali che, attraverso il gruppo Facebook del Comitato o il profilo personale del suo presidente Florinda Tegazzini (nella foto con i figli) ne faranno richiesta ed i cui nomi verranno tempestivamente comunicati proprio attraverso i social.

Non resta ora che fare ciascuno la propria parte, con ciò che si può. Ricordandosi che anche il poco serve e che il mare è formato da tante piccole gocce, ciascuna utile al risultato finale.