Non è uno, non sono nemmeno due ma addirittura tre i nomi che dal Pd dei quattro comuni flegrei sono stati comunicati alla segreteria provinciale del partito come “graditi” per una candidatura alle elezioni politiche del 4 marzo.

Alfonso Artiaco, Maria Carmine Tumiatti e Roberto Laringe

A designare gli aspiranti parlamentari Dem sono stati i circoli di Pozzuoli e Bacoli: se il direttivo  puteolano ha optato per indicare sia il gallerista Alfonso Artiaco sia l’insegnante Maria Carmine Tumiatti, ossia gli unici due aspiranti ufficiali  della città ad un seggio a Montecitorio nel Pd (per Artiaco –sponsorizzato dal sottosegretario Gennaro Migliore e pupillo del ministro uscente Dario Franceschini – è stato “caldeggiato” l’inserimento nel collegio uninominale numero 9 della Camera come rappresentante della coalizione di centrosinistra, in una competizione che vedrà interessati anche gli elettori di Procida, Marano e dei comuni di tutta l’isola di Ischia, mentre per l’outsider Tumiatti è stata proposta l’immissione nel listino bloccato del proporzionale alla Camera o, in alternativa, nel listino bloccato del Senato), il direttivo bacolese punta sull’imprenditore Roberto Laringe, presidente flegreo di Federalberghi nonché ex assessore comunale al bilancio.

IL COMUNICATO UFFICIALE DIRAMATO DAL PD PUTEOLANO OGGI ALLE 15.09

Per Laringe, tuttavia, il Pd di Bacoli non ha indicato una preferenza di “collocazione” in nessuno dei due rami del Parlamento.

Una scelta che potrebbe essere interpretata sia come un modo per non “rompere” con i colleghi puteolani (che, con un documento scritto inviato alla segreteria regionale del partito, avevano rivendicato la candidatura per l’uninominale alla Camera) sia come una volontà di non avallare una sudditanza nei confronti del Pd di Pozzuoli (altrimenti Laringe sarebbe stato indicato esplicitamente come candidato al Senato).

Il sindaco puteolano Enzo Figliolia: qual è il suo candidato ideale?

Saranno ora i vertici provinciali e regionali del partito Democratico a prendere una decisione definitiva. E lo faranno ascoltando sicuramente i principali portatori di voti sul territorio.

In tal senso, spicca, finora, il silenzio assoluto del sindaco puteolano Enzo Figliolia su questa “partita”.

Un silenzio assordante, da parte del politico con il maggior numero di consensi nell’area flegrea,  che dovrebbe preoccupare tutti e tre gli aspiranti candidati…

 

Commenti