Una funivia per andare da Pozzuoli a Bacoli e viceversa. E’ l’idea (partorita dall’assessore all’urbanistica Roberto Gerundo) e approvata ieri dalla Giunta Figliolia con un’apposita delibera (CLICCA QUI PER LEGGERLA).

Il progetto, condiviso dagli uffici tecnici dei due comuni, ha come obiettivo il “trasporto rapido di massa a supporto della mobilità urbana e del piano di emergenza per l’evacuazione in caso di eventi calamitosi” e, se supererà il vaglio delle Sovrintendenze, dei due consigli comunali e del Ministero per le Infrastrutture e per i Trasporti (a cui spetterebbe finanziarlo) prevede dieci stazioni lungo un percorso di altrettanti chilometri: Pozzuoli, Largo Emporio, Porto, via Campana, Olivetti, Arco Felice, Monte Nuovo, Piazza Italia, Scalandrone, Punta Epitaffio, Cantieri di Baia, via Bellavista, Castello di Baia e Bacoli.

A gestirlo saranno entrambe le municipalità (col 75% dei costi a carico del Comune di Pozzuoli e il 25% a carico del Comune di Bacoli) nell’ambito di un protocollo di intesa da sottoscrivere tra i sindaci Enzo Figliolia e Josi Della Ragione (CLICCA QUI PER LEGGERNE LA BOZZA).

Un’iniziativa che sicuramente farà tanto discutere sia per l’impatto paesaggistico che per i rischi connessi alla sismicità del territorio.

Sarebbe ovviamente interessante visionare gli elaborati tecnici già prodotti, ma, purtroppo, all’Albo Pretorio Municipale puteolano non sono stati allegati.

Ci auguriamo che le due Amministrazioni li rendano  disponibili alla collettività in modo che tutti possano valutarne costi e benefici.