Saranno 1.500 i nuclei familiari puteolani che parteciperanno all’esercitazione di protezione civile che si terrà sabato 19 ottobre come prova di evacuazione in caso di emergenza.

E’ quanto preannunciato oggi pomeriggio al rione Terra nel corso dell’incontro pubblico che Comune, Regione e Protezione Civile hanno organizzato per presentare la simulazione, che durerà tre ore  e terminerà, per 360 di queste 1.500 famiglie, alla stazione ferroviaria di piazza Garibaldi, da dove poi, nella realtà, partiranno i treni che porteranno gli sfollati nei comuni della Lombardia gemellati con il “capoluogo” flegreo.

Gli abitanti di Pozzuoli che potranno effettuare questo test sono tutti volontari che risiedono al corso Terracciano, via Rosini, via Anfiteatro, largo Palazzine, piazza Capomazza, via Vecchia San Gennaro, via Artiaco, via Celle e via Pergolesi: farà la prova di evacuazione chi aderirà ad un invito specifico recapitato dal Comune o darà la sua adesione firmando un modulo nei gazebo che saranno allestiti dal Municipio (probabilmente al largo Palazzine).

Durante la simulazione, che avverrà attraverso l’ausilio di navette comunali, tutti i cittadini che non dovranno partecipare alla prova, potranno recarsi, per nove ore, presso le tre aree di attesa prestabilite dal piano di evacuazione (a Monterusciello in via Bovio, a Toiano in via Antonino Pio e in via Artiaco nella zona alta di Pozzuoli) per conoscere, con mappe personalizzate stampate in tempo reale, l’orario, la navetta e il percorso da effettuare per allontanarsi da Pozzuoli in sicurezza  nell’eventualità che si debba lasciare la città.

Mappe che saranno pubblicate a breve anche sul sito istituzionale del Comune e su un portale di protezione civile che l’Amministrazione sta allestendo appositamente per questa esigenza.

Di seguito, il video di tutto l’incontro di oggi al rione Terra, trasmesso in diretta streaming dalla pagina Facebook del Municipio.  

 

Commenti