C’è chi l’ha addirittura iniziata da sei mesi, chi da due e chi da quando, tredici giorni fa, sono state ufficializzate le liste.

Lui, però, quando mancano due settimane al “silenzio” di riflessione, la campagna elettorale non l’ha ancora cominciata, almeno sui social, dove tutti i suoi competitor sono più che mai presenti (a volte anche piuttosto invadenti…) complici le regole sul distanziamento antiCovid, tali da sconsigliare e scoraggiare incontri pubblici.

Mario Massimiliano Cutolo è sicuramente un candidato atipico in queste elezioni Regionali.

Corre con la Lega (di cui è coordinatore flegreo) per un seggio al Centro Direzionale ma, finora, sembra quasi che non voglia farlo sapere in giro.

Muti al riguardo i suoi tre profili Facebook: sempre prodighi di sue riflessioni e considerazioni politiche locali e nazionali (oltre che di simpatiche guasconate), non contengono manco un post per annunciare “casomai alle Regionali ci sono anche io”.

Niente di niente.

Sostegno al partito sì, sostegno perfino ad un suo concorrente interno (il capolista Severino Nappi) ma a se stesso, al suo programma e perfino alla propria “discesa in campo”, il consigliere puteolano non ha finora dedicato manco una sillaba.

Surreale modo di farsi propaganda, non trovate?

In molti hanno notato questa anomalia: qualcuno (come l’avvocato Lorenzo Sozio, simpatizzante del Carroccio) gliel’ha anche rinfacciata pubblicamente, senza però ottenere una risposta convincente.

Fioccano dunque gli interrogativi.

Vi riassumiamo tutti quelli che abbiamo “raccolto” in città.

  • Cutolo non vuole fare il consigliere regionale ed è solo un ‘riempilista’?
  • Cutolo, in accordo con la Lega, sta adottando una strategia di comunicazione/non comunicazione che ci sorprenderà nelle prossime due settimane?
  • Cutolo ritiene di non aver bisogno dei social per conquistare le simpatie degli elettori?
  • Cutolo non vuole affrontare su Facebook gli “sfottò” di chi potrebbe ricordargli di essere diventato consigliere comunale con “Campania Libera” di De Luca?
  • Cutolo naviga sottotraccia per non inimicarsi troppo Figliolia e il centrosinistra, di cui è stato alleato di coalizione negli ultimi sette anni su otto e dalla cui Amministrazione la società di famiglia ha ottenuto il privilegio di violare impunemente l’obbligo di attrezzare la spiaggia assegnata in concessione sul litorale di via Napoli?
  • Cutolo ha ritirato la propria candidatura e non ci ha fatto sapere niente?
  • Il candidato Mario Massimiliano Cutolo in lista con la Lega è soltanto un omonimo del consigliere comunale di Pozzuoli?

Ai posteri (ma soprattutto al diretto interessato) l’ardua sentenza.