Le vie del crimine sono infinite. Lo sa bene un automobilista puteolano, vittima di una disavventura, per fortuna a lieto fine, avvenuta nella notte tra venerdì e sabato a Monterusciello.

E’ lo stesso protagonista dell’episodio a raccontare l’accaduto sul proprio profilo Facebook, dove ha pubblicato anche la foto del “corpo del reato” ed un’immagine della denuncia sporta ai carabinieri della locale stazione.

Il malcapitato è infatti riuscito a sventare una sicura rapina ai suoi danni, perpetrata con una tecnica pericolosissima per l’incolumità di chi la subisce.

All’esterno della scuola “Pergolesi 2”, mentre era alla guida della sua vettura, l’uomo è riuscito ad intravedere all’ultimo momento una corda che passava da un capo all’altro della strada.

post su fb“Era tesa ad altezza parabrezza – racconta ai suoi amici di Fb- e si è spezzata nell’impatto col tergicristalli anteriore. Istintivamente ho rallentato per vedere cosa fosse accaduto, senza scendere dall’auto, ma ho subito notato, dallo specchietto retrovisore sinistro, due individui uscire dal cancello della scuola. Così, senza pensarci due volte, sono scappato via. Mi chiedo: se fosse passato un motorino di lì, il centauro quella corda l’avrebbe presa al collo?”.

Seguono imprecazioni e maledizioni a carico degli ignoti balordi che hanno escogitato questo metodo-killer per mettere a segno i loro “colpi”.

La denuncia ai carabinieri sporta dall'automobilista
La denuncia ai carabinieri sporta dall’automobilista

L’auspicio è che, prima del verificarsi di una tragedia, possano essere catturati dalle forze dell’ordine.

Magari, nei pressi del luogo del “misfatto”, qualche telecamera potrebbe aver anche inquadrato i loro volti…

Commenti