Homenews“Rissa in campo” nel...

“Rissa in campo” nel derby juniores a Baia: la Puteolana 1909 smentisce e minaccia querele

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Ricevo e pubblico

“L’ASD Puteolana 1909, dopo aver letto, su diversi organi di stampa nazionali e locali, fatti assolutamente distanti dalla realtà, intende fare chiarezza in merito a quanto accaduto lunedì 7 gennaio allo stadio “Tony Chiovato” di Bacoli precisando quanto segue.

Nelle distinte di gara, gli unici dirigenti ammessi in campo erano il dirigente accompagnatore ufficiale signor Antonio Scala, persona di comprovate qualità morali anche e soprattutto in qualità di ex sottufficiale dell’Arma dei Carabinieri, ed il signor Arturo Iumiento, quale allenatore della squadra che, nella vita privata è dichiaratamente noto come consigliere circoscrizionale della città di Napoli per i quartieri di Bagnoli e Soccavo sempre attento alle tematiche sociali.

Era presente altresì al campo il presidente della ASD Puteolana 1909, signora Francesca Esposito.

È assolutamente non veritiero il trasporto in ospedale di un calciatore tesserato con la Puteolana 1909.

La cosa è riscontrabile presso il locale ospedale, ove mai è stata richiesta la cura nel giorno della partita per alcun atleta in forza alla compagine puteolana.

È assolutamente falso l’intervento in campo di Carabinieri e della Polizia di Stato, in quanto le forze dell’ordine erano rappresentate dal corpo di Polizia Municipale di Bacoli e opportunamente coadiuvati dal signor Scala e dal signor Iumiento assieme ai dirigenti della Sibilla che hanno provveduto a riportare l’ordine in campo senza eccessivi problemi. Mai sono dovuti intervenire agenti della Polizia di Stato e l’intervento dei militari della Benemerita è arrivato solo quando gli atleti erano già negli spogliatoi.

Notizia di assoluta volgarità morale ed assolutamente inventata è la presunta disputa fra dirigenti, in quanto, tra i due sparuti gruppi di dirigenti presenti al campo, esistono vincoli amicali e sportivi da anni di militanza calcistica.

Nè tantomeno alcun atleta, di nessuna delle due squadre, ha inveito o aggredito alcun dirigente.

Riteniamo che è assolutamente sproporzionata la risonanza mediatica data all’accadimento e certamente lesiva all’immagine delle due società sportive.

In un momento di assoluta difficoltà sociale, gli organi di stampa, diffondendo questa ridda di falsità, non offrono un servizio.

L’ASD Puteolana 1909 si riserva, nella persona del suo legale rappresentante, la signora Francesca Esposito, di porre in essere ogni azione in tutela dell’immagine dei propri tesserati e dell’associazione sportiva tutta”.

Ufficio Stampa ASD Puteolana 1909

 

(nella foto grande in alto, lo stadio “Chiovato” di Baia, dove si è disputata la gara “incriminata”)

spot_img

Ultimi articoli pubblicati