HomeRubricheSalute e sicurezza nelle...
spot_imgspot_img
spot_img

Salute e sicurezza nelle piccole e medie imprese: più facile gestire le procedure

a cura di Carlo Pareto (responsabile relazioni esterne Inps Pozzuoli)

Nelle aziende di piccolissime, piccole e medie dimensioni sarà più semplice l’adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza. Sulla Gazzetta ufficiale numero 45 del 24 febbraio, infatti, è stato pubblicato il decreto emanato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali che semplifica le procedure per le piccole e medie imprese che decidano volontariamente di adottare un modello di organizzazione e gestione della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro (Mog), idoneo ai fini dell’efficacia esimente nei confronti dei reati previsti dall’articolo 25 septies del decreto legislativo 231/2001 (omicidio colposo o lesioni colpose gravi e gravissime derivanti dalla violazione delle norme antinfortunistiche).

Da anni sosteniamo l’importanza strategica di adottare modelli organizzativi e di gestione della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro come strumento di prevenzione – ha commentato Ester Rotoli, direttore centrale Prevenzione dell’Inail – L’adozione di questi modelli, se efficacemente attuati, consente infatti di prevenire alcuni reati in materia di salute e sicurezza sul lavoro e, di conseguenza, di essere esentati dalla responsabilità amministrativa a essi collegata”.

Frequenza e gravità degli infortuni inferiori nelle imprese virtuose. “Valutando dati statistici forniti dalla Consulenza statistico attuariale – ha aggiunto Fabrizio Benedetti, della Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione (Contarp) dell’Inail – abbiamo rilevato che nelle aziende in cui si adottano questi sistemi di gestione si riscontrano indici di frequenza e gravità infortunistica inferiori rispetto a quelle che non le adottano. Mediamente si tratta del 27% in meno nel caso dell’indice di frequenza e del 35% in meno per la gravità infortunistica”.

Facilitato l’adempimento degli obblighi giuridici. Il decreto semplifica l’adempimento degli obblighi giuridici, tenendo conto della struttura dell’impresa. Il modello di organizzazione e gestione della salute e della sicurezza non è, infatti, obbligatorio e la sua applicazione deve essere valutata dalla direzione aziendale in base alle proprie specifiche esigenze. “Credo che le aziende aderiranno volontariamente all’adozione di questi modelli – ha puntualizzato Benedetti – anche in conseguenza della promozione portata aventi dall’Istituto in questo senso”.

La modulistica scaricabile online. L’elaborazione delle procedure semplificate per le Pmi è scaturita dai lavori della Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro, istituita presso il Ministero del Lavoro, cui l’Istituto partecipa attivamente attraverso diverse professionalità presenti in qualità di esperti. L’articolo 30 comma 5 bis del decreto legislativo 81/08 prevede, infatti, che la Commissione elabori “procedure semplificate per la adozione e la efficace attuazione dei modelli di organizzazione e gestione della sicurezza nelle piccole e medie imprese”. Le Pmi possono utilizzare la modulistica pubblicata nella sezione “Sicurezza nel lavoro” sul sito del Ministero, che può essere adeguata e integrata a seconda della complessità organizzativa e tecnica aziendale.

spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli pubblicati