HomePrimo PianoSalvamento in acqua: il...
spot_imgspot_img
spot_img

Salvamento in acqua: il Play Off vince le gare del primo trofeo nazionale

Full immersion di gare di salvamento, quella di domenica scorsa, 8 gennaio, tenutesi presso il complesso Play Off di Lucrino.

Si tratta del I Trofeo Nazionale Città di Pozzuoli Lifesaving 2023 CSAIN Campania, prima tappa del Circuito Nazionale Master, organizzata dalla società sportiva Play Off e patrocinata dal Comune di Pozzuoli.

Due turni di gare, articolatisi nella sessione mattutina e pomeridiana, hanno visto sfidarsi gli atleti del team campano del Play Off e della laziale Romaster che da quest’anno beneficia della fusione con la società Appio 2009, con prove di nuoto con ostacoli, trasporto manichino, percorso misto, manichino con pinne, gara con pinne sprint e numerose staffette.

Anche in conseguenza dell’introduzione di nuove tipologie di prove all’interno del circuito, sono stati fissati, in questa occasione, una quarantina di primati nazionali.

Al Play Off, che ha vinto il Trofeo con 1503 punti, spettano i record individuali di Ascanio Rapposelli (M10), Donato Guitto, Antonello Capasso e Maria Esposito (M15), Luigi Testa e Giuseppe Scotto Di Luzio (M20), Alessandro Volpe (Master Elite).

Per la Romaster firmano le nuove migliori prestazioni i più anziani Andrea Longobardo (M35), Lucia Ianniello (M60), Aulo Marco Ferri (M65), Eugenio Velardi e Ugo Bonessio (M70).

Longobardo, capitano della squadra laziale, di origini napoletane, è da quest’anno anche referente CSAIN Campania ed ha fornito un supporto tecnico e organizzativo alla realizzazione dell’evento sportivo.

Soddisfatto l’allenatore del Play Off, Dario Furno, che così commenta: «Siamo rientrati con convinzione nel circuito CSAIN, dopo anni di assenza, perché per noi è una buona occasione per far divertire e far sperimentare gare nuove agli atleti più giovani, prima che possano cimentarsi in quelle federali, e altresì per mettere alla prova gli atleti più affermati».

Tra questi ultimi, Alessandro Volpe, che è anche tecnico propaganda e baby master del Play Off insieme a Giulia Carannante, aggiunge: «Finalmente, dopo la pausa forzata del covid, siamo tornati a gareggiare. Per i miei piccoli atleti si è trattato della prima volta e non posso non essere contento dei risultati ottenuti, benché ci siano margini di miglioramento in vista delle prossime manifestazioni, in particolare quelle oceaniche, a cui intendiamo partecipare».

La prossima tappa del Circuito Master di salvamento è il Memorial Licciardi, che si terrà a Roma il 19 marzo. Tutti i risultati e i tempi delle varie performance sono consultabili cliccando qui: www.salvamentomaster.it

 

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli pubblicati