Il consigliere comunale Antonio Caso e il ministro degli interni Matteo Salvini

Gli ultimi sondaggi sulle intenzioni di voto degli italiani sono impietosi.

La Lega è il partito più amato nel paese e ha staccato di ben quattro punti percentuali (32.3% contro 28,3%) il Movimento Cinque Stelle, che perde il 4% dalle elezioni del 4 marzo a scapito del Carroccio, che ha ormai quasi raddoppiato i propri consensi.

Un dato che la dice lunga sul gradimento che Salvini sta riscuotendo nella popolazione, soprattutto per le sue posizioni sulla questione immigrazione.

Il Matteo padano, dopo appena tre mesi dalla formazione del Governo, ha già soppiantato politicamente e mediaticamente gli alleati “pentastellati” e lo stesso premier, che al cospetto dei “duellanti” è poco più di un fantasma.

Una situazione che sta mettendo in fibrillazione la “base” “grillina.

Che non manca di esternare il proprio malumore, senza tanti giri di parole.

Accade anche a Pozzuoli (quinto comune della terza regione d’Italia), dove, dopo la “maglietta rossa”  pro migranti indossata dal senatore Paola Nugnes, arriva oggi la stoccata pubblica del capogruppo consiliare Antonio Caso.

Caso, in un post pubblicato alle 12.48 su Facebook, dedicato al presidente della Camera Roberto Fico (ormai di fatto “separato in casa” dai vertici del Movimento, di cui non condivide questa sorta di sottomissione alle idee di Salvini) e alle polemiche scatenatesi per la sua partecipazione alla festa dell’Unità, ha chiarito la sua opinione.

Di Maio e Salvini durante la cerimonia di nomina a ministri

E non l’ha mandata certo a dire a tutti coloro che hanno “sposato” il “contratto di governo” con la Lega, ritenendo che questo accordo abbia finito con lo snaturare il programma e i “cavalli di battaglia” dei Cinque Stelle.

Nell’immagine che segue, vi proponiamo il testo completo del post di Antonio Caso, che sicuramente non mancherà di aprire un dibattito, almeno a livello locale.

Chissà come la pensa il 55% degli elettori puteolani che alle Politiche del 4 marzo ha votato per i Cinque Stelle…

Commenti