Il commercialista Antonio Vicidomini, la vittima dell'incidente

Avrebbe compiuto 50 anni il prossimo 9 giugno, ma un atroce destino gli ha spezzato la vita su un tratto di autostrada.

E’ il tragico destino che ha colpito Antonio Vicidomini, il noto commercialista puteolano (con studio in via San Rocco, nei pressi di via Pergolesi) deceduto nell’incidente stradale avvenuto ieri pomeriggio sull’A1 in direzione di Caserta, tra gli svincoli di Caianello e Capua.

Bruno D’Avino, il proprietario e conducente dell’auto

Antonio era a bordo della Lancia “Fulvia” decappotabile del suo amico Bruno D’Avino, consulente finanziario, quando, per cause ancora al vaglio degli inquirenti l’auto, guidata dallo stesso D’Avino, si è schiantata contro un tir che la precedeva.

Vicidomini, estratto ancora in vita dalle lamiere della Jaguar, è morto dopo qualche ora all’ospedale di Caserta, lo stesso nosocomio dove è attualmente ricoverato (per fortuna non in gravi condizioni) il proprietario e conducente del veicolo.

Antonio era molto conosciuto e apprezzato dai suoi clienti e dai suoi colleghi, anche fuori Pozzuoli.

Il compianto Antonio Vicidomini

Appena due mesi fa era stato insignito del titolo di Cavaliere dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili per i suoi 25 anni di carriera.

Vulcanico, intraprendente, professionale, generoso, altruista, sempre in prima linea:  “la sua perdita è un vuoto incolmabile”, dicono in lacrime gli amici che stanno aspettando il dissequestro della salma per poter celebrare i funerali, presumibilmente entro sabato o domenica.

Antonio lascia la moglie, Rosaria, alla quale vanno le nostre più sentite condoglianze e l’abbraccio ideale di un’intera città.

Commenti