Una delle due auto coinvolte nell'incidente

Restano disperate le condizioni di uno dei sei giovani coinvolti nel terribile incidente stradale avvenuto ieri sera intorno alle 23.40 in via Provinciale Pianura, nei pressi dell’incrocio con la strada interna che conduce al “Famila”.

(foto di repertorio)

Ad avere la peggio è stato M.M, nato nel 1984 a Napoli e residente in via Ripuaria, a Varcaturo: il 35enne è ricoverato in rianimazione all’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di La Schiana e, purtroppo, i medici sono molto pessimisti sulle sue possibilità di farcela, a causa del fortissimo trauma cranico riportato nell’impatto.

M.M. era seduto sul sedile posteriore, lato guidatore, di un’Opel Corsa che procedeva verso Pozzuoli con altre tre persone a bordo.

(foto di repertorio)

Auto che, per cause ancora al vaglio degli inquirenti (indagano i vigili urbani puteolani, diretti e coordinati sul posto dal comandante Silvia Mignone), si è scontrata sul lato frontale sinistro,  con una Fiat 500 proveniente dalla Montagna Spaccata e al cui interno c’era una coppia di fidanzati.

Oltre al 32enne in pericolo di vita, ci sono  un illeso e altri quattro feriti, per fortuna non gravi, tra cui due donne: una  25enne di Monterusciello (che era nella “Corsa”) e la compagna del conducente della “500”, liberata dalle lamiere contorte soltanto grazie all’intervento dei vigili del fuoco.

A carico di ciascun conducente delle due auto è scattata una denuncia per lesioni, atto inevitabile quando si è in presenza di un ferito in prognosi riservata: entrambi sono stati sottoposti ai test previsti dalla legge per verificare se avessero assunto alcolici e/o stupefacenti.

Esami di cui si attende l’esito nei prossimi giorni.