Il sorriso: il più potente antidepressivo del mondo. Semplice, efficace e privo di controindicazioni. Un elisir di lunga vita assolutamente naturale. Non ha posologia, non ha costi e l’effetto è immediato. Non c’è “cancello emozionale” che tenga alla “chiave” sorriso; dal lavoro, agli affetti, dalle amicizie ai rapporti di coppia. Unico particolare: non tutti hanno la capacità di “dispensarlo”. E’ un dono ed è raro.
“Un sorriso e’ quella cosa che nasce quando qualcuno ti tocca dolcemente il cuore” cit. C. Cimati
Una ricerca condotta da un gruppo di studiosi diretti dal dottor Allan Konopacki, presidente della Incomm Research di Chicago  centro specializzato nell’analisi di strategie di vendita-  ha dimostrato l’esistenza di una relazione tra la presenza del sorriso sui volti dei venditori e il numero di vendite effettuate.
I dati utili allo studio sono stati raccolti principalmente nei corridoi delle fiere commerciali, dove i ricercatori hanno puntigliosamente registrato il numero di sorrisi sfoggiati dal personale dei vari stand, per poi confrontarlo con quello delle persone che si avvicinavano incuriosite, avviando un contatto di lavoro.
I risultati hanno evidenziato che un persona con un volto serioso è destinato a farsi sopraffare dai concorrenti più inclini a sorridere, i quali sono in grado di conquistare un numero di clienti ben quattro volte maggiore.
Non sei in grado di suscitare sorrisi?
Niente paura, puoi imparare. Come? Divertendoti! Innanzitutto agisci sul tuo umore; circondati di persone solari e tieni lontano da te i satelliti dell’infelicità. Gente che si alza al mattino con la voglia di ammorbare il prossimo.
7_sTrovati un po’ di comici di riferimento. Guarda e riguarda i loro spettacoli. Dedicati alla cinematografia del sorriso; fatti contagiare, fissa gli stralci più coinvolgenti e fanne il tuo cavallo di battaglia nelle relazioni. Cerca di prestare attenzione alla loro mimica facciale; ai tempi di battuta, all’approccio verso il pubblico.
Spassatela con la satira! Insomma, cerca di attingere quanto più possibile da chi ha fatto del sorriso la propria fortuna.
Ci vogliono settantadue muscoli per fare il broncio e dodici per sorridere.
E’ anche meno faticoso; non pensi sia il caso di provarci?

Gian Luca Bruno
Sales Manager
gianluca.bruno881@gmail.com