Dopo 25 mesi dai primi esiti del bando, il piano spiagge di via Napoli esce finalmente dal “congelatore” e ha il suo primo cantiere aperto.

La società Montenuovo s.r.l. (di proprietà della famiglia del consigliere comunale Mario Massimiliano Cutolo) ha infatti iniziato i lavori al quarto lotto dell’arenile messo in gara dal Comune l’8 giugno 2015 con una concessione per nove anni.

La pedana in allestimento sul lotto 4 della “Montenuovo”

Su una superficie di 3.389 metri quadrati (poco distante in linea d’aria dal parcheggio multipiano), la società dei Cutolo monterà le sue pedane e organizzerà la sua spiaggia fino al 30 settembre, giorno in cui dovrà lasciare libera l’area da qualsiasi attrezzatura. Il tutto, sempre in attesa che il Consiglio di Stato si pronunci sugli abusi edilizi contestati dal Municipio (con ordinanza di demolizione del 14 luglio 2015) alla stessa società “Montenuovo” sul suolo demaniale occupato dal “Movo” di Lucrino: abusi che, se confermati, farebbero scattare (ai sensi dell’articolo 10 comma 3 del bando di gara) l’esclusione della ditta dalla concessione per via Napoli, a causa della violazione del rapporto fiduciario con la stazione appaltante (il Comune di Pozzuoli) in virtù del codice degli appalti.

Intanto, domani mattina, a mezzogiorno, questo cantiere sarà inaugurato ufficialmente dall’assessore alle spiagge Roberto Gerundo, che, attraverso i suoi uffici, si appresta a indire un nuovo bando anche per due dei quattro lotti che non sono stati assegnati (il numero 2 di 3.088 metri quadrati ed il numero 3 di 3.639 metri quadrati, in totale il 48% della superficie in concorso), a causa dell’esclusione, per vari motivi, di tutte le aziende che erano in concorso per quelle porzioni di litorale.

LE FOTO DEL CANTIERE

Resta invece “sospesa” l’aggiudicazione definitiva del lotto numero 1 (3.772 metri quadrati antistanti la zona dei Cappuccini e dell’ufficio postale).

I quattro lotti delle spiagge di via Napoli

Un tratto di spiaggia conteso tra la società “Lucrino” (di proprietà della famiglia Nasti) e la società “Colomba”.

Il tratto del lotto 1 conteso tra “Lucrino” e “Colomba”

La “Lucrino”, che il 13 maggio 2016 aveva infatti ottenuto l’aggiudicazione provvisoria del lotto, si è vista scavalcata nel punteggio dalla “Colomba” (inizialmente esclusa dal bando e poi riammessa dal Tar) ed ha, a sua volta, presentato un ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale (che si esprimerà il prossimo 24 ottobre) denunciando gravissime irregolarità nel progetto presentato dalla ditta concorrente e, di conseguenza, anche nell’operato della commissione giudicatrice del bando (composta dal segretario generale municipale Matteo Sperandeo,  dal dirigente comunale Monica Tommaselli e dal funzionario dell’ente Franco Alberto De Simone).

Vedremo se e come sarà sbrogliata questa intricata vicenda, di cui si è occupata proprio la settimana scorsa il talk giornalistico “Articolo 21”, condotto da chi vi scrive su Campi Flegrei Tv (di seguito il video integrale di quella puntata).

Per ora, il lungomare di via Napoli vede solo la “Montenuovo” dei Cutolo partire in pole position. Sia pure anch’essa “sub iudice”…

Commenti