HomenewsSimbolo di “legalità” abbattuto...

Simbolo di “legalità” abbattuto da 10 giorni: e il Comune continua a dormire!

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Purtroppo nella nostra città accadono cose che mi fanno davvero pensare come anche “il ripristino della legalità” sia, nei fatti, più una bella parola di cui si riempie la bocca chi ci governa, piuttosto che una priorità assoluta anche nelle piccole cose, quelle di ordinaria amministrazione.

Non ve la faccio lunga e vengo subito al nocciolo della questione.

Domenica 5 gennaio, avevo scritto che, da 48 ore, all’inizio del lungomare di via Napoli,  era stato abbattuto un palo contenente la prima ordinanza del sindaco Figliolia, ossia il divieto di svolgere attività di parcheggiatore abusivo.

Nella mia segnalazione (http://www.pozzuoli21.it/palo-caduto-vento-incidente-o-dispetto-al-comune/), avevo sottolineato non solo la pericolosità della situazione, ma anche l’eventualità che non si fosse trattato né di un incidente né di una conseguenza del maltempo, bensì di un “dispetto” o di un “semplice” atto vandalico.

Ebbene, da quando è accaduto il fatto ad oggi, sono trascorsi ben 10 giorni.

Ammesso che nelle “stanze dei bottoni” del Municipio non abbiano letto  “Pozzuoli21” in questo lasso di tempo (e sono certo che non è così), possibile che nessuno al Comune si sia accorto di questo cedimento evidente ad occhio nudo chiunque passi di lì, a piedi o anche con l’auto?

Oppure se ne sono accorti ma non hanno voglia o soldi per agire?

Sindaco Figliolia, intervieni tu, visto che parli di  “ripristino della legalità” dalla mattina alla sera!

E’ vero che quella tua ordinanza contro il parcheggio abusivo non è servita né ad eliminare il fenomeno né ad essere applicabile in sede di giustizia penale (come tu e lo stesso comandante dei vigili avete ammesso l’11 dicembre nel corso di una conferenza stampa congiunta), ma è pur sempre la tua ordinanza e quel cartello va rimesso in piedi immediatamente per dare un segnale concreto di “ripristino di legalità” a chi eventualmente avesse pensato di voler lanciare una sfida all’istituzione che rappresenti grazie alla volontà popolare.

Sindaco, lo so: forse ti sembrerà che io mi stia “applicando” su una sciocchezza, ma sapessi che brutti pensieri si fanno in testa i cittadini perbene quando vedono cose del genere accoppiate all’inerzia del Comune.

E, ti assicuro che 10 giorni di mancato intervento su questa ed altre cose, sono più che sufficienti per determinare sfiducia e rassegnazione nella popolazione.

Sono certo che farai la “voce grossa” e il problema si risolverà.

Ma, caro Figliolia, deve anche finire questa storia di doversi incazzare o  dover scrivere per ottenere che si faccia l’ordinario…

spot_img

Ultimi articoli pubblicati