HomenewsSoldi negati ai dipendenti...

Soldi negati ai dipendenti comunali: la “cazziata” della Cgil all’Amministrazione Figliolia

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Ricevo e pubblico

La Fp-Cgil informa il personale dipendente dell’esito dell’incontro tenuto il 14 aprile con la parte pubblica e l’assessore al personale. Anzitutto è stato stigmatizzato, da tutta la parte sindacale, il ritardo con cui si avvia per l’anno 2014 la contrattazione decentrata e la necessità di approvare il piano delle performance, obbligatorio per legge, per non mettere a rischio il pagamento della produttività per il 2014. Inoltre, la Fp-Cgil ha chiesto anche, con accordo stralcio, nelle more della definizione del contratto decentrato, l’immediata attuazione dell’articolo 17 lettera “f” del contratto collettivo nazionale di lavoro 1/4/1999 (indennità di responsabilità) destinata ai dipendenti di categoria b,c,d, non più eludibile per non penalizzare ulteriormente il personale potenzialmente avente diritto, sottolineando la vergogna per l’ente di essere l’unico comune nella provincia di Napoli a non aver applicato quest’istituto contrattuale. A tal proposito, ha dato l’assenso, con qualche correzione, alla proposta presentata dalla parte pubblica non essendo più disponibile a tergiversare sull’argomento per poi, come successo in questi anni, non fare alcunchè (l’anno scorso sono stati destinati  130mila euro rimasti inutilizzati). Abbiamo rivendicato il ripristino del ticket mensa per tutto il personale turnista che svolge un orario di lavoro che, secondo le previsioni contrattuali, prevede l’erogazione del ticket. E’ stata chiesta l’istituzione della reperibilità per il servizio giardini, come avviene in tutti i comuni dell’hinterland napoletano a garanzia della sicurezza dei cittadini. E’ stata ribadita la necessità di rivedere in alcuni servizi l’applicazione di alcuni istituti contrattuali come il disagio, nel caso in cui sono cambiate le modalità di prestazione del servizio.  Inoltre, è stata chiesta, da tutta la parte sindacale, un’anticipazione di 500 euro per tutto il personale dipendente, da erogare entro aprile, a titolo di acconto sulla produttività collettiva anno 2014, salvo conguaglio e restituzione eventuale di quanto non dovuto, in considerazione del ritardo, non certo imputabile alla parte sindacale, con cui si procede in merito alla costituzione e conseguente riparto del fondo e tenendo conto della resa dei servizi all’utenza. A tal proposito, la parte pubblica e politica si è riservata di dare una risposta in tempi brevi. Rinvii e titubanze non sono più tollerabili e c’è bisogno di un impegno massimo dell’Amministrazione e della dirigenza per determinare la svolta necessaria per rimettere in carreggiata il Comune (allo stato delle trattative, tra i più arretrati dell’intera provincia di Napoli) ripristinando da subito un corretto sistema di relazioni sindacali capace di velocizzare le trattative nel pieno rispetto dei reciproci ruoli e nell’interesse preminente dei lavoratori e della collettività. La Fp-Cgil vigilerà sullo stato della trattative chiamando alla mobilitazione tutto il personale nel caso di ulteriori balbettii e ritardi.

Fp-Cgil segreteria provinciale

Fp-Cgil segreteria aziendale Pozzuoli

(nella foto grande in alto: Salvatore Tinto, segretario provinciale Autonomie Locali Fp-Cgil)

 

spot_img

Ultimi articoli pubblicati