Dopodomani, mercoledì 12 settembre, alle ore 12, nel Santuario di San Gennaro a Pozzuoli, sarà celebrata, per volere dell’amministrazione comunale, una Santa Messa in ricordo delle vittime della Solfatara: Massimiliano Carrer, la moglie Tiziana e il piccolo Lorenzo, morti in circostanze tragiche esattamente un anno fa.

L’interno del Santuario di San Gennaro alla Solfatara

Alla celebrazione eucaristica – alla quale parteciperanno il sindaco Vincenzo Figliolia (che aveva presenziato ai funerali delle vittime, in rappresentanza di tutti i puteolani) gli assessori e i consiglieri comunali – sono stati invitati anche i parenti della famiglia, originaria di Meolo, in provincia di Venezia.

Per la morte dei tre turisti sono indagati l’amministratore unico e i cinque soci della “Vulcano Solfatara”, la srl proprietaria del sito, sotto sequestro dal 26 ottobre scorso.

I sei indagati devono rispondere, a vario titolo, di omicidio colposo plurimodisastro colposo e violazione delle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Tiziana e il piccolo Lorenzo, due delle tre vittime

Due mesi fa, con un durissimo comunicato stampa, il sindaco Figliolia ha puntato l’indice contro gli stessi proprietari e gestori del vulcano, accusandoli di non aver compiuto tutti i passi necessari per la riapertura almeno parziale del sito, che dava lavoro a molte persone e rappresenta uno dei principali attrattori turistici della città.

Commenti