E’ emergenza sicurezza nei quattro comuni dell’area flegrea.

A denunciarlo è il Silp, il sindacato italiano lavoratori polizia aderente alla Cgil, che, attraverso la propria segreteria provinciale, il 28 giugno scorso, ha inviato un documento, firmato da Mimmo Paparone, al questore di Napoli (Guido Marino), ai sindaci di Pozzuoli, Quarto, Bacoli e Monte di Procida, nonché al dirigente del commissariato puteolano, il vicequestore Pasquale Toscano.

Mimmo Paparone, sindacalista del Silp
Mimmo Paparone, sindacalista del Silp

“Se pur consapevoli delle difficoltà in termini di uomini, mezzi e strumenti che attanagliano la Polizia di Stato ed in modo particolare questa realtà – si legge nella nota- siamo costretti a denunciare la gravità della situazione sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica che si vive a Pozzuoli, Quarto, Bacoli e Monte di Procida. Il Commissariato di Polizia di Pozzuoli, su cui grava non solo questa enorme giurisdizione, ma che registra anche una notevole presenza camorristica e continue azioni di microcriminalità, vede costantemente diminuire il suo personale, come attestano gli ultimi cinque trasferimenti senza che nel tempo si sia registrata alcuna sostituzione”.

“Siamo arrivati al punto – scrive Paparone – che anche per il solo territorio di Pozzuoli non si riesce più ad avere in modo continuativo una volante h24, mentre le attività burocratiche indispensabili per l’attività di Polizia sottraggono ulteriore personale al controllo del territorio da un organico che operativamente è di poco più di 40 persone. Cosa può succedere con la stagione estiva, in un territorio che già registra insuperabili difficoltà nel fine settimane e che vede incrementarsi con migliaia di turisti la già numerosa popolazione esistente, è un dato che lasciamo alla Sua riflessione”.

Un'immagine del Commissariato di Polizia di Pozzuoli
Un’immagine del Commissariato di Polizia di Pozzuoli

“In questo contesto –prosegue il Silpil sindacato ha la necessità invece di dover organizzare una denuncia a difesa non solo degli interessi dei cittadini ad avere la doverosa sicurezza, ma anche degli operatori di Polizia che la devono assicurare.

Il sindaco Enzo Figliolia
Il sindaco Enzo Figliolia

Il sindacato di polizia annuncia di aver chiesto “al Sindaco di Pozzuoli e a quelli degli altri comuni interessati, di dedicare dei consigli comunali sul tema specifico della mancata sicurezza del territorio e delle responsabilità politiche istituzionali che la determinano. In tale contesto ed in assenza di immediati riscontri alla situazione sovraesposta –conclude il documento- organizzeremo una manifestazione di pubblica protesta a cui chiameremo i Sindaci del territorio e le associazioni Confartigianato, Casartigiani, Unimpresa e Cgil, già resesi disponibili per indurre quanti ne hanno responsabilità a dover assumere idonee e consequenziali iniziative”.

logo silp cgilE, novità, dal giorno in cui è stata scritta questa nota, non devono essercene state, se è vero come è vero che, appena mercoledì scorso, 27 luglio, con un’altra nota, lo stesso sindacato, a firma stavolta del segretario provinciale Michele Zurillo, citava la distruzione delle telecamere nel centro storico di Pozzuoli ed una rapina ai danni di tre giovani sul lungomare tra gli esempi della “fallimentare gestione della Polizia di Stato partenopea, modello inidoneo a rispondere alle esigenze di sicurezza dei cittadini e degli stessi operatori di polizia”.