Le foto che vedete arrivano dal lungomare di via Napoli e illustrano la situazione che si è verificata domenica scorsa, ad ora di pranzo, nei pressi di alcune attività di ristorazione.

Auto parcheggiate ovunque, come ai “vecchi tempi”, anche nella Ztl e anche al di fuori delle strisce blu nelle aree di sosta consentite.

Dei vigili urbani, nemmeno l’ombra, nonostante sia previsto, nei giorni festivi, il turno centrale di servizio, quello compreso tra le 14 e le 20.

Il tutto a vantaggio dei ristoratori del posto e dei loro clienti, che hanno così potuto “incontrarsi” senza il terrore di multe e rimozioni con carro attrezzi.

Siamo ovviamente contenti che chi fa girare tanta economia in città venga messo in condizione di poter svolgere tranquillamente la propria attività.

Ciò che non “torna” però è il motivo per cui questo “miracolo” stia accadendo soltanto da qualche settimana.

La polizia municipale, sul lungomare, infatti ha sempre fatto “strage” in qualsiasi momento della giornata.

E’ stato dunque un modo per “riequilibrare” le evidenti discriminazioni finora esistenti rispetto ad altre zone della città, dove la presenza dei caschi bianchi è (altrettanto inspiegabilmente) impalpabile?

Oppure il motivo è che siamo in campagna elettorale e si tende a chiudere un occhio sulle infrazioni che generalmente vengono sanzionate in modo inflessibile?

Giriamo l’interrogativo al sindaco Figliolia, che ha tenuto per sé la delega ai vigili urbani e ha la responsabilità politica del loro operato.

 

Commenti