Con tre determine dirigenziali consecutive (5076, 5077 e 5078) pubblicate ieri all’Albo Pretorio del Municipio,  sono stati ufficializzati i nomi delle aziende che gestiranno, solo per l’estate in corso (in modo da garantire il distanziamento anti-Covid), tre scogliere e cinque tratti di spiaggia libera tra via Napoli e Lucrino.

Arenili, questi ultimi, in cui, per ogni porzione in concessione, il libero accesso sarà consentito a tutti ma il 50% sarà attrezzato (con obbligo di noleggio) e l’altra metà invece sarà con possibilità (ma senza obbligo) di noleggiare lettini, ombrelloni e sdraio.

Iniziamo dalle pedane.  Ad aggiudicarsele sono state:

la Lega Navale di Pozzuoli (all’altezza del civico 159 di via Napoli: si pagherà 5 euro a lettino, 1 euro a ombrellone e 2 euro a sdraio);

L’area assegnata alla Lega Navale di Pozzuoli

la JK srl (pertinenza dell’hotel Le Sirene, all’altezza dei numeri civici 55-59 di via Napoli: si pagherà 4 euro a lettino, 2 euro a ombrellone e 2 euro a sdraio);

L’area assegnata alla Jk srl

la srl Acqua e Farina (come pertinenza dell’omonimo ristorante-pizzeria in via Gerolomini: si pagherà 4 euro a lettino, 2 euro a ombrellone e 4 euro a sdraio).

L’area assegnata alla società Acqua e Farina

Esclusa dal bando (scaduto il 3 luglio) per carenza di requisiti la società Zero a Zero srl.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA DETERMINA DI ASSEGNAZIONE DELLE PEDANE SULLE SCOGLIERE

CLICCA QUI PER LEGGERE IL VERBALE DI GARA PER L’ASSEGNAZIONE DELLE PEDANE SULLE SCOGLIERE

E veniamo alle spiagge.

I lotti 2 e 3 del corso Umberto se li è aggiudicati entrambi l’associazione culturale Athena Club di via Follieri (riconducibile, secondo alcune indiscrezioni, al medico-imprenditore nonché ex sindaco Carmelo Cicale), che, da unico partecipante al bando scaduto l’8 luglio, ha ottenuto fino al 15 ottobre l’unica area non ancora in concessione del lungomare (anche se le altre due sono state, di fatto, temporaneamente “abbandonate” dai legittimi assegnatari, la “Montenuovo” dei Cutolo e la “Colomba”)   offrendo 4 euro a lettino, 2 euro a ombrellone e 2 euro a sdraio.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA DETERMINA DI ASSEGNAZIONE DEI LOTTI 2-3 DEL LUNGOMARE

CLICCA QUI PER LEGGERE IL VERBALE DI GARA PER L’ASSEGNAZIONE DEI LOTTI 2-3 DEL LUNGOMARE

Per quanto riguarda invece Arco Felice e Lucrino (il cui bando, in scadenza il 1 luglio è stato prorogato di cinque giorni per carenza di offerte) l’area 1 è stata assegnata al Consorzio Lucrino Mare (riconducibile al ramo della famiglia Cutolo che si occupa di ormeggi e rimessaggio ma non è direttamente impegnato in politica), l’area 2 alla Floris di Gennaro Maione (imprenditore e papà del consigliere comunale Salvatore), l’area 3 alla Conita (società con sede in via Annecchino 119, di cui, al momento, non si sanno altre notizie) e l’area 4 alla associazione sportiva dilettantistica Black Dolphin (che ha attualmente sede presso il Lido Varca d’Oro e gestisce corsi di catamarano a vela, windsurf e kajak).

In merito a questo tratto di arenile, non siamo ancora in grado di pubblicare le offerte dei vincitori per il noleggio di ombrelloni, lettini e sdraio in quanto, attualmente, all’Albo Pretorio del Municipio, in allegato alla determina di aggiudicazione della manifestazione di interesse, non risulta pubblicato il verbale di gara.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA DETERMINA DI ASSEGNAZIONE DELLE SPIAGGE LIBERE DA ARCO FELICE A LUCRINO

Buio pesto, infine, per l’assegnazione delle sette spiagge libere di Licola.

Al bando, scaduto il 1 luglio, hanno infatti partecipato 14 concorrenti, ma, fino al momento in cui ne scriviamo, si conoscono ufficialmente soltanto i loro nomi (che pubblichiamo nella foto seguente), ma non i vincitori e le rispettive offerte.

Quando arriverà la fumata  bianca e perché tarda così tanto?

Staremo a vedere.