HomeAttualitàStipendi congelati ai netturbini,...

Stipendi congelati ai netturbini, ‘Pozzuoli Ora’ accusa De Vizia: “Il Comune paghi i lavoratori senza piegarsi ai ricatti dell’azienda”

spot_imgspot_img

Ricevo e pubblico*

Il Comune di Pozzuoli accusa la DeVizia Transfer, società che gestisce il ciclo dei rifiuti della Città, di non aver rispettato tutte le forniture previste dal contratto per i mesi di novembre e dicembre.

In discussione il pagamento di due fatture per un ammontare di circa 1,5 milioni di euro, quota parte del costo annuale di circa 9,6 milioni.

Finalmente l’amministrazione ha aperto gli occhi. È da sempre che la società, pagata profumatamente per la gestione dei ciclo dei rifiuti, non rispetta diversi punti del capitolato di appalto. Dalla tipologia dei mezzi utilizzati, passando per il mancato lavaggio dei bidoni, agli interventi straordinari dopo eventi pubblici. Carenze storiche non certamente di poco conto alle quali si sono aggiunti disagi per la nuova organizzazione della differenziata per nulla attenta alle esigenze delle famiglie e degli esercenti. E in questo anche l’Amministrazione ha le sue responsabilità.

Alle contestazioni da parte del Comune di Pozzuoli, la società De Vizia respinge le accuse e, nei giorni scorsi, ha fatto sapere ai lavoratori che non pagherà gli stipendi fin quando il Comune di Pozzuoli non salderà le fatture sospese.

È inaccettabile che a pagare siano i lavoratori. Le finanze di una società titolare di appalti milionari non dipende certamente dal pagamento di due fatture. In un momento come questo, è quindi un atteggiamento deplorevole quello di sospendere il pagamento degli stipendi e innescare uno legittimo stato di agitazione dei lavoratori a cui mostriamo tutta la nostra solidarietà. L’amministrazione non cada in questi giochetti, faccia il proprio dovere esigendo il rispetto degli obblighi in capo alla De Vizia e proceda con il pagamento diretto ai lavoratori, così come è possibile per norma, rivalendosi sull’azienda.

*Ufficio Comunicazione Pozzuoli Ora

spot_img
spot_img

Ultimi articoli pubblicati