Tre cani morti, uno in fin di vita: è l’agghiacciante bilancio degli ultimi giorni sul lungomare di via Napoli, dove gli animali deceduti e quello con poche speranze di sopravvivenza hanno patito atroci sofferenze in seguito a chiari sintomi di avvelenamento.

L’indiscrezione sta rapidamente facendo il giro di tutto il quartiere e preoccupa non poco i cittadini, anche di altre zone di Pozzuoli, che possiedono i nostri amici a quattro zampe.

In tutti i casi registrati (e si teme che possano essercene altri) pare infatti che vi sia un’inquietante circostanza: la consuetudine pressoché quotidiana, di questi cani, nello scorrazzare tra i giardinetti della “loppa”.

C’è dunque qualcuno che ha avvelenato appositamente quelle aree a verde?

O le malcapitate bestiole si sono imbattute in qualche sostanza per loro letale ma sparsa per  motivi diversi da una precisa volontà di ucciderle?

Al momento non è dato sapere nulla di più preciso.

Ricordiamo soltanto che, proprio a via Napoli, c’è da tempo grande malumore per l’inciviltà manifestata da molti proprietari di cani nel non raccogliere gli escrementi di questi ultimi.

Il timore è quello di una criminale e odiosa vendetta trasversale per “punire” questi atteggiamenti.

Ci auguriamo che chi ha subìto questa barbarie sporga denuncia contro ignoti e che le autorità competenti verifichino  la situazione, dando risposte immediate.

Nel tardo pomeriggio, alle 17.50, con un post pubblicato sulla propria pagina Facebook, il sindaco Enzo Figliolia ha annunciato la volontà dell’Amministrazione di far luce sulla vicenda.