Appena venti giorni fa, martedì 3 marzo, il sindaco Enzo Figliolia, con una lettera aperta ai puteolani chiedeva suggerimenti “costruttivi” per quanto riguarda il contestatissimo piano parcheggi. http://bit.ly/1F91mxB

Tante le risposte dei cittadini, ma crediamo che la prima proposta da presentare a chi governa Pozzuoli sia pretendere che l’Amministrazione delimiti la sosta a pagamento rispettando la legge ed il buon senso.

Legge e buon senso che ci si mette sotto i piedi quando si disegnano strisce blu come quella da quattro posti-auto comparsa da pochi giorni alla fine di via Anfiteatro, nei pressi di un noto supermercato e a ridosso del cosiddetto “triangolo”, ossia l’intersezione di questa strada con via Carlo Rosini e via Solfatara.

Il posizionamento della maxistriscia blu in curva e in prossimità di un incrocio, per giunta in una zona da sempre molto trafficata, rende la sosta estremamente pericolosa.

Le immagini che Pozzuoli21 vi propone e che sono state scattate nel pomeriggio di sabato scorso (peraltro con tutte le auto parcheggiate perfino “contromano”…) fotografano la situazione meglio di qualsiasi altra parola.

Uscire da un parcheggio del genere rischia di comportare seri rischi di incidenti con le auto provenienti dalla parte bassa di via Anfiteatro.

E non è certo una giustificazione il fatto che lì si sia sempre tollerata la sosta benché fosse vietata, perché il Comune rappresenta lo Stato e non può certo istituzionalizzare, con le strisce blu, un comportamento illegale, normalmente sanzionabile con una multa di importo compreso tra 84 e 335 euro.

Il Codice della Strada è molto chiaro in materia: all’articolo 158 è stabilito che il divieto di sosta e fermata riguarda anche le curve e le zone in prossimità delle aree di intersezione.

Dunque, quelle strisce blu, prima che folli sul piano della sicurezza, sono innanzitutto illegali.

E, tra l’altro, possono creare anche un danno alle casse comunali, perché, in caso di sinistro a causa di quel parcheggio, il Municipio potrebbe essere trascinato in giudizio e condannato al risarcimento dei danni.

E, allora, caro sindaco Figliolia, se vuoi un consiglio che abbia il massimo della “costruttività”, eccolo: fai cancellare immediatamente quelle strisce blu e anche tutte le altre http://www.pozzuoli21.it/si-aspetta-il-morto-per-togliere-questassurda-striscia-blu/ che mettono in pericolo la pubblica e privata incolumità.

Via Solfatara: una striscia blu che crea enormi problemi di visibilità alle auto in uscita dai garage di un parco privato
Via Solfatara: una striscia blu che crea enormi problemi di visibilità alle auto in uscita dai garage di un parco privato

In caso contrario, è opportuno sapere che il Comune si sta assumendo il rischio di poter essere trascinato in Tribunale per violazione dell’articolo 415 del Codice Penale, che punisce con la reclusione da sei mesi a cinque anni chiunque istighi pubblicamente alla disobbedienza delle leggi di ordine pubblico.

E, tra le leggi di ordine pubblico, secondo la giurisprudenza, ci sono anche quelle riguardanti la sicurezza pubblica, come appunto il Codice della Strada…