Ricevo e pubblico*

Caro Direttore, buongiorno: stamattina noi studenti del “Pareto” abbiamo deciso di attuare una protesta secondo tutte le norme Covid.

Senza creare assembramenti, abbiamo affisso due striscioni all’esterno della scuola e tutte le classi non hanno partecipato alle lezioni né in DAD né in presenza, con la consapevolezza di continuare così per altri giorni e nella speranza di ottenere risultati concreti

Come sapete, la situazione non ci permette di vivere in tranquillità la didattica in presenza.

Dati alla mano sappiamo che la situazione è rimasta invariata, se non peggiorata nell’ultimo periodo.

Da settembre ad ora non è cambiato niente e, fortunatamente, non siamo solo noi a dirlo.

Il nostro obiettivo è tornare a scuola ma vorremmo farlo soltanto in modo sicuro e in questo momento sembra impossibile anche per il nostro istituto, visto che alcune classi hanno fatto didattica in presenza per quattro giorni e già ci sono stati due casi di Covid.

Ieri c’erano 1.635 nuovi positivi nella nostra regione e a Pozzuoli abbiamo (il dato è sempre di ieri) attualmente 1697 persone ancora contagiate.

Inoltre la Campania è la regione con il tasso più alto di persone attualmente positive.

La nostra scuola ha deciso di protestare finché non ci sarà la nuova ordinanza comunale che speriamo giochi a nostro favore.

Questa ‘protesta’ non è assolutamente contro la nostra scuola, anzi sappiamo l’impegno che ha impiegato la Preside per alleggerire il tutto.

La protesta è contro chi decide per noi, è contro chi apre le scuole ma lascia i ristoranti chiusi di sera, non tutelando la NOSTRA salute e anche la VOSTRA, perché sappiamo tutti che il pericolo c’è!

Spero ci possiate capire, non è una situazione facile da gestire, siamo preoccupati noi in primis.

Già questo periodo è stressante, andare a scuola con la preoccupazione di potersi ammalare non è l’idea giusta.

Sappiamo che la DAD non è come la scuola in presenza, è tutt’altro, ma ad oggi è la cosa più sicura per noi ragazzi e per i professori.

Se il governo avesse attuato tutte le promesse fatte, forse ad oggi avremmo avuto meno ansie e più certezze.

*Collettivo Studentesco ITCG “Pareto” di Pozzuoli