HomeAttualitàTirocinio lavorativo pagato dalla...

Tirocinio lavorativo pagato dalla Regione per le donne vittime di violenza: si cercano cinque aziende tra Pozzuoli, Bacoli e Monte di Procida

spot_imgspot_img

Un interessante progetto di reinserimento nel mondo del lavoro è stato varato dalla Regione Campania in collaborazione con il consorzio di formazione “S.A.F.I.M.” e l’associazione “Spazio Donna”, che gestisce l’omonimo centro antiviolenza situato a Monterusciello.

Gennaro Picariello, presidente del consorzio S.A.F.I.M.

Attraverso un avviso pubblico è stata infatti avviata, sul territorio dell’ambito Napoli 2 dei Servizi Sociali (e cioè nei comuni di Pozzuoli, Bacoli e Monte di Procida), la ricerca di cinque aziende (pubbliche o private) disponibili ad ospitare, per la durata di un anno, una lavoratrice che sia stata ufficialmente riconosciuta come “vittima di violenza e di tratta” e che risulti attualmente presa in carico proprio dalla struttura partner dell’iniziativa che si occupa di assistere queste persone.

Enti pubblici o imprenditori che vorranno offrire questa possibilità di tirocinio (remunerata con 400 euro mensili di indennità alla lavoratrice, cifra che sarà a carico del titolari del progetto, i quali si occuperanno anche di svolgere a proprie spese le relative attività di tutoraggio: il tutto dunque è completamente a costo zero e senza vincolo di assunzione per i datori di lavoro che aderiranno) dovrà farlo compilando un apposito modulo di manifestazione di interesse, da consegnare entro mezzogiorno di martedì 5 novembre all’ufficio protocollo del Municipio di Pozzuoli.

Di seguito, pubblichiamo il testo integrale dell’avviso pubblico e del modello di domanda da utilizzare per partecipare al progetto.

CLICCA QUI PER LEGGERE L’AVVISO PUBBLICO E IL MODELLO DI DOMANDA DA PRESENTARE ENTRO IL 5 NOVEMBRE

spot_img
spot_img

Ultimi articoli pubblicati