Non c’è pace per i visitatori della nostra città. Dopo il furto con scasso di un camper di turisti tedeschi parcheggiato domenica scorsa nei pressi del “Padovano”, poco fa è toccato ad una famiglia di Bra (in provincia di Cuneo) dover fare i conti con la feccia che contribuisce a dare una pessima immagine di Pozzuoli.

E’ accaduto stamattina, quando due giovani genitori in vacanza a Napoli da tre giorni col loro figlio adolescente, in compagnia della guida turistica Maria Teresa Giannotti, hanno voluto ammirare la Solfatara dall’esterno nell’ambito di un walking tour nel “capoluogo” flegreo organizzato per loro dalla società “La Terra dei Miti”.

Dopo aver immortalato il vulcano con foto e video, però la coppia di adulti si è allontanata verso la mèta successiva (nel centro storico) dimenticando il proprio zainetto sul posto.

Un attimo di distrazione risultato fatale.

Quando infatti, dopo circa un quarto d’ora,  il terzetto e la loro guida si sono resi conto dell’accaduto, tornando precipitosamente a piedi in via Coste d’Agnano, lo zaino era già stato “conquistato” (e abbandonato dietro un muretto a poca distanza) da chi, nel frattempo, ne aveva asportato i portafogli custoditi al suo interno.

Il danno economico ammonta a circa 150 euro (più le carte di credito, prontamente bloccate) ma la cosa che più preoccupa i nostri amici piemontesi è che, nei portafogli, c’erano anche i loro documenti di identità, necessari per imbarcarsi sull’aereo che li riporterà a casa mercoledì prossimo.

Immediata la denuncia sporta presso il Commissariato di Polizia (dove la stessa guida turistica li ha accompagnati) e l’appello che ora lanciano a chi li ha derubati (ma non solo).

“Restituiteci almeno quei documenti, lasciateli dove volete e consentiteci di recuperarli al più presto”, dicono attraverso Pozzuoli21.

Chiunque se ne fosse impossessato o dovesse ritrovarli può contattare la signora Maria Caputi (titolare de “La Terra dei Miti”) al 335/6211058.