I vigili urbani intervenuti per notificare gli sgomberi

Il sindaco Figliolia ha firmato poco fa un’ordinanza (CLICCA QUI PER LEGGERLA) con cui ha disposto, a scopo precauzionale, lo sgombero di 22 famiglie residenti nel condominio di via Barletta 28, nella zona del lungomare, a poca distanza dal rione “Marocchini”.

Il provvedimento si è reso necessario in seguito al sopralluogo effettuato nel tardo pomeriggio di oggi dai Vigili del Fuoco, che, in seguito al nubifragio della notte scorsa, su espressa richiesta dei residenti, hanno constatato il “distacco di un grosso quantitativo di terreno dalla parete a strapiombo posta a circa tre metri dal fabbricato”.

Via Barletta 28: il palazzo sgomberato

Problemi che, purtroppo, come abbiamo già scritto in passato, questo palazzo ha già da almeno 18 anni.

ECCO LO STATO IN CUI VERSA IL COSTONE PERICOLANTE CHE FRONTEGGIA IL PALAZZO

In seguito allo sgombero si potranno effettuare le necessarie operazioni di rimozione del terreno, di verifica delle strutture, delle fondazioni  e di messa in sicurezza del costone franato, onde eliminare ogni pericolo per la pubblica incolumità.

Operazioni, quelle di messa in sicurezza del costone franato, che finora sono state rese sempre impossibili a causa di un contenzioso in atto per la proprietà di quel suolo.

L’Amministrazione si è subito attivata per cercare una sistemazione provvisoria ai cittadini residenti in via Barletta 28.

Tre gli alberghi di Pozzuoli (tra Lucrino, zona portuale ed Agnano) in cui saranno alloggiate, per un periodo iniziale di due settimane, a spese del Comune,  le famiglie di sfrattati che non hanno optato per l’autonoma sistemazione.

Commenti