Hanno protestato vivacemente nella sede dell’Acquedotto e al Municipio i residenti nei 45 alloggi Iacp di via Parini a Monterusciello, dove stamattina il Comune ha distaccato la fornitura idrica.

Secondo gli abitanti di queste case, il problema sarebbe causato da un contenzioso in corso da 14 anni tra Municipio e Istituto Autonomo Case Popolari per la mancata sostituzione di un contatore unico di cantiere in contatori singoli  da allacciare alle singole utenze familiari.

“E’ una situazione assurda, non solo perché non si agisce così con questo caldo e con la presenza di bambini e anziani – dicono i residenti – ma anche perché abbiamo provato a metterci in regola con i pagamenti  chiedendo contatori personalizzati e, siccome non tutti avevano la possibilità di pagare quello che il Comune aveva chiesto come bollette arretrate, a nessuno è stato consentito di fare il proprio dovere, a meno non ci si accollasse anche il debito degli altri. Insomma, o tutti o nessuno: vi sembra giusto?”.

Al termine di un incontro con il vicesindaco Fiorella Zabatta (in presenza di alcuni consiglieri comunali), le 45 famiglie hanno ottenuto l’impegno di un immediato riallaccio del contatore generale e la possibilità, finora negata dall’Amministrazione, di poter allacciare contatori idrici singoli, rateizzando il debito finora accumulato. 

Commenti