Un’infermiera puteolana in servizio al pronto soccorso dell’ospedale “Santa Maria delle Grazie” è risultata positiva al Covid.

La notizia (diffusa anche dal sindaco Figliolia sulla sua pagina Facebook) arriva direttamente dal nosocomio dove la donna, durante la notte scorsa, ha prestato servizio nel turno di guardia insieme ad altri colleghi e, dopo essersi sentita poco bene (così come già accadeva da qualche giorno) è stata sottoposta ad un tampone, che ha dato esito positivo.

E’ il 99° caso di contagio (tre negli ultimi dieci giorni) che si registra a Pozzuoli dallo scorso 1° marzo (4 persone sono attualmente in cura, 82 risultano i guariti e 13 purtroppo i deceduti), ma il timore più grande, in questo momento, è che, dopo quello esploso all’inizio di aprile (e che ha provocato 47 ammalati), possa essersi sviluppato un nuovo focolaio di coronavirus nella struttura sanitaria di La Schiana.

Si sospetta infatti che l’infermiera possa essersi ammalata a contatto con l’anziano di Mondragone (risultato poi positivo al Covid) che si presentò con una crisi respiratoria proprio al pronto soccorso di Pozzuoli nella notte tra martedì e mercoledì della scorsa settimana. 

Anziano che, peraltro, come apprendiamo da alcuni fonti interne all’ospedale, pare sia stato visitato qualche giorno prima nell’ambulatorio di Urologia, dove risultò però negativo al tampone di ingresso.

Sono dunque in corso verifiche approfondite, da parte dell’Asl, per cercare di capire, attraverso ulteriori test, se il contagio sia limitato ad un solo caso, o, purtroppo, riguardi anche altri dipendenti del nosocomio.