Dal prossimo consiglio comunale, tra i banchi del parlamentino civico sarà ufficialmente rappresentata anche la Lega.

E’ infatti giunta da pochi minuti in Municipio la comunicazione di Mario Massimiliano Cutolo in merito alla sua adesione al Carroccio, inviata sabato scorso al presidente dell’assemblea Gigi Manzoni.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA LETTERA DI CUTOLO A TUTTI I CONSIGLIERI COMUNALI

Il coordinatore flegreo del partito di Salvini è dunque passato dai proclami primaverili ai fatti concreti, ratificando la sua scelta anche a livello istituzionale.

Cutolo (nella foto), che è al suo sesto cambio di casacca nel giro di otto anni e tre mandati (fu eletto nel 2011 con la civica Pozzuoli Futura, poi entrò nel Pdl, per accasarsi all’Udc, transitare nella civica Cittadini Per Pozzuoli-Iniziativa Democratica e infine candidarsi nella primavera 2017 con i deluchiani di Campania Libera ottenendo lo scranno consiliare con 530 voti, 272 in meno rispetto al 2012) rappresenterà dunque le istanze di una formazione politica che anche a Pozzuoli sta facendo passi da gigante nel saper intercettare il consenso popolare, come dimostra l’11% conquistato alle Europee del maggio scorso, risultato triplicato rispetto al già sostanzioso 4% delle Politiche del marzo 2018.

Il sindaco Enzo Figliolia

Ovviamente, adesso bisognerà capire come Cutolo e la Lega si rapporteranno rispetto ai delicatissimi equilibri su cui tenta di reggersi la maggioranza Figliolia (di cui lo stesso Cutolo, prima di iscriversi al gruppo misto, era parte integrante) dopo la scissione avvenuta all’interno del Pd con la battaglia portata avanti da cinque consiglieri su sette (Manzoni, Testa, Pennacchio, Daniele e Caiazzo) nei confronti del Sindaco.

E anche al cospetto di un’opposizione che, stando ai segnali non proprio amichevoli giunti nei mesi scorsi a proposito delle numerose assenze di Cutolo  sia alle sedute  consiliari che di commissione, non sembra disponibile ad avviare rapporti di collaborazione con il neoleghista.

(foto enzo buono)

Così come bisognerà capire se Cutolo, alla vigilia di un’altra importante scadenza elettorale (le Regionali ormai imminenti) riuscirà a coinvolgere sotto lo stesso simbolo altri consiglieri, a cominciare da Sandro Cossiga (nella foto), che alla Lega aveva dato il suo apporto non più di tardi di sei mesi fa in occasione del voto per eleggere i parlamentari italiani tra Bruxelles e Strasburgo.

Non resta dunque che aspettare gli eventi.

Commenti