Dalle 17 hanno bloccato via Parini, nei pressi delle loro abitazioni, all’altezza del civico 27.

Sono circa 50 residenti nei 45 alloggi popolari Iacp di Monterusciello, che protestano contro Comune e Istituto Autonomo Case Popolari per l’incredibile situazione che si sta verificando ormai da oltre tre mesi all’esterno del fabbricato B.

Qui, infatti, come abbiamo documentato in un articolo dello scorso 8 settembre (CLICCA QUI PER LEGGERLO)  una perdita d’acqua ha causato un vistosissimo avvallamento nel cortile che dà sull’ingresso dello stabile, dissesto chiaramente visibile da questa foto, scattata poco fa sul posto.

Il Municipio e l’ente proprietario di questi appartamenti si palleggiano la responsabilità degli interventi che dovrebbero risolvere il problema, ma gli inquilini hanno paura che possa sprofondare tutto da un momento all’altro  e, dopo l’ennesimo “nulla di fatto” hanno deciso di passare alle “maniere forti”.

“Di qui non ci muoveremo – dicono – fino a quando non saranno presi impegni concreti per garantirci sicurezza”.

Sul posto ci sono i carabinieri e già si è verificata qualche antipatica discussione tra i manifestanti ed alcuni automobilisti o centauri che volevano forzare il blocco per raggiungere la propria destinazione.

In questo momento, nei pressi dell’avvallamento ci sono polizia, vigili urbani, vigili del fuoco e tecnici comunali per un ulteriore sopralluogo.

I pompieri ritengono che, in attesa di ulteriori verifiche tecniche, le 15 famiglie residenti nel fabbricato “incriminato” andrebbero sgomberate e hanno infatti invitato tutti gli inquilini del palazzo a lasciare le proprie case in via precauzionale.

Alla notizia, una donna si è sentita male ed è dovuta intervenire un’ambulanza per soccorrerla. 

(seguiranno eventuali aggiornamenti)