HomeAttualitàUn murale per Loris...
spot_imgspot_img

Un murale per Loris e Daniele sul campetto del parco Bognar. Gli organizzatori del torneo si autodenunciano: “I colpevoli siamo noi!”

spot_imgspot_img

Uno striscione rimosso prima dai vigili e poi da un mano anonima nonostante fosse stato spostato, lo stesso striscione rimesso in piedi e perfino un murale a cui qualcuno ha lavorato per tutta la notte, sulle pareti dei nuovi spogliatoi del campetto comunale del parco Bognar.

E’ una vera e propria “partita” a distanza quella tra gli amici di Daniele Del Core e Loris Di Roberto (ai quali l’impianto, come richiesto dai familiari, dovrà essere ufficialmente intitolato dopo la decisione già presa due anni fa dall’Amministrazione Comunale con un’apposita delibera di Giunta) e chi, con ogni mezzo, cerca di impedire che questi due ragazzi possano essere ricordati “visivamente” da coloro che non hanno mai smesso di amarli e di preservarne la memoria.

Dalla loro pagina Facebook, sono stati proprio gli organizzatori del trofeo dedicato a Loris e Daniele (giunto alla tredicesima edizione e terminato ieri con la vittoria dei “Morenisti”, la squadra capitanata da Moreno Di Roberto, fratello di Loris) ad autodenunciarsi per l’ultimo gesto di affetto nei loro confronti…e di sfida verso chi agisce nell’ombra per ragioni ancora ufficialmente ignote.

spot_img

Ultimi articoli pubblicati