Arrivano da tutta Italia per garantire l’ordine pubblico durante le Universiadi che si disputeranno  a Napoli e provincia dal 3 al 14 luglio.

Ma una parte dei circa 600 poliziotti aggregati con questo specifico compito è molto arrabbiata per l’ospitalità ricevuta a Pozzuoli, nella residenza universitaria di via Carlo Rosini, uno dei siti prescelti per far alloggiare gli agenti nel periodo dei Giochi.

Dura la lettera che, ieri, Carlo Aliberti (segretario della federazione sindacale di categoria  PNFD-LISIPO-USIPOL) ha inviato al direttore dell’ufficio relazioni sindacali del dipartimento di pubblica sicurezza.

Nella missiva, che pubblichiamo di seguito integralmente, si fa riferimento ad alcune carenze che sarebbero state riscontrate in questi appartamenti ma soprattutto ad una presunta discriminazione tra “colleghi”, alcuni dei quali sarebbero alloggiati in “hotel con tutti i confort”.

Aliberti parla di situazione  e sistemazione “incresciosa e vergognosa”, augurandosi che venga presto risolta.

Per eventuali repliche, restiamo fin d’ora a disposizione dei titolari della residenza universitaria, che, sul proprio sito ufficiale, mostrano immagini di segno completamente opposto a quanto viene denunciato dagli ospiti in divisa.

Commenti