Una guaina e un pezzo di ferro conficcato nell’asfalto per cercare di rendere visibile una buca enorme e profonda che si è aperta e che potrebbe causare lo sprofondamento della strada.

E’ l’assurdo rimedio che qualcuno ha escogitato all’uscita dello svincolo “ufficioso” di Monterusciello sulla variante Anas, quello, per intenderci, mai segnalato (forse perché abusivo?) in direzione Pozzuoli.

Le foto parlano fin troppo chiaro e descrivono un pericolo imminente per gli automobilisti e soprattutto per i centauri che percorrono quella scorciatoia di ingresso al megaquartiere della seconda ricostruzione bradisismica.

Un rischio elevatissimo soprattutto dopo il tramonto, visto che quell’arteria è pressoché al buio.

Si aspetta la tragedia per intervenire?

Quell’ostacolo va subito eliminato e bisogna ispezionare la cavità che si è creata onde evitare che possa degenerare in voragine.

Per non farvi entrare altra acqua infatti qualcuno (la stessa persona che l’ha segnalata con quel pezzo di ferro?) ha cercato di proteggerla con un cordone di asfalto a mo’ di argine, ma sembra soltanto un palliativo.

Attendiamo riscontri da chi ha il dovere di prendere provvedimenti.