Ricevo e pubblico*

Egregio Direttore, come spesso accade, approfitto della Sua ospitalità per sottolineare delle brutture che accadono nella nostra città, con la speranza che possa essere di monito a chi sostiene che il Comune di Pozzuoli può avvalersi delle migliori competenze per risolvere i problemi anche più blandi, a partire dalla Polizia Locale sempre lodata dai massimi vertici di questa Amministrazione.

Fatta questa doverosa premessa, volevo ricordare a tutti che ormai sono passati circa 13 mesi dall’apertura del parcheggio di Largo Tranvai.

Tutti ricordiamo che tale servizio causò l’inversione del senso di marcia del tratto di Corso Umberto I° che va da via Tranvai a viale Cappuccini.

Ebbene, tutti gli stalli di sosta esistenti in questo tratto di strada, compreso qualcuno di recente installazione, risultano essere contrari al senso di marcia.

Ciò comporta l’obbligo, per chi voglia occupare quei posti-auto, o di doverlo fare in retromarcia o percorrendo la strada contromano.

E’ mai possibile che nessuno si sia accorto di questa anomalia, a partire proprio dalla Polizia Locale, che sicuramente avrà sanzionato qualche trasgressore?

Naturalmente, vi allego una foto di quanto appena sostenuto. Con la speranza che qualche funzionario, tecnico, impiegato, operaio o qualche amministratore si accorga di questa stupidaggine, La saluto cordialmente.

*Vito Bondi

 

Commenti