Pozzuoli  sa essere spesso un teatro a cielo aperto, dove il dramma, la finzione e la comica si fondono, anche fisicamente, nel raggio di poche centinaia di metri.

Prova ne sia ciò che sta accadendo stamattina, dove tanti cittadini disciplinati e consapevoli dell’importanza della prevenzione stanno svolgendo le prove di fuga organizzate dalla Protezione Civile per testare il piano di evacuazione in caso di eruzione vulcanica.

E, mentre tra il rione Carmine, le Palazzine e via Artiaco succede tutto questo, ecco che così come avevamo temuto ieri, in via Sacchini, nei pressi della stazione della Cumana, per oltre un’ora, a partire dalle 8, il traffico è stato bloccato da un mezzo (adibito al trasporto di una barca) che non riusciva a salire sul cavalcavia che l’avrebbe condotto in via Pergolesi.

Alla fine, “Giggino”, ha risolto il problema con un traino.

Non sappiamo se ridere o piangere, di fronte al rischio (reale e finora ignorato dalle autorità incaricate di provvedere alla nostra sicurezza) che una cosa del genere possa accadere quando davvero (speriamo mai) ci si dovrà allontanare dal “capoluogo” flegreo…

Commenti