Lo avevano già fatto tre settimane fa, sono tornati alla carica tra venerdì e sabato scorsi sempre con lo stesso sistema e sempre negli stessi posti.

Colpiscono ancora, purtroppo, i miserabili che rubano gli incassi dalle Case dell’Acqua: cinque centesimi per ogni litro erogato ai cittadini.

Il raid ancora a Licola, sia in piazza San Massimo che in via del Mare.

A denunciare l’incursione-bis, sempre Umberto Mercurio, portavoce del Comitato “Riqualificare Licola”.

Un cartello ‘artigianale’, quello che vi proponiamo in copertina, descrive invece alla perfezione lo stato d’animo di chi è stufo di situazioni del genere.