Uno spettacolo pirotecnico nel giardino del proprio locale è costato una denuncia a piede libero ed una multa al titolare di un noto ristorante di Pozzuoli.

E’ accaduto ieri sera, nella zona alta della città, dove i vigili urbani sono intervenuti per segnalare all’autorità giudiziaria il proprietario dell’attività e contestagli anche il mancato rispetto dell’ordinanza sindacale che proibisce 24 ore su 24 per tutto l’anno l’accensione e lo sparo di fuochi artificiali.

Sul posto, i poliziotti municipali hanno rinvenuto, ancora in giacenza, alcune batterie già esplose.

IL VIDEO DEI FUOCHI PROIBITI

Nel corso di ulteriori controlli da parte dei caschi bianchi, stamattina alle prime luci dell’alba, due venditori ambulanti sono stati  sorpresi da agenti in borghese, agli ordini del comandante Silvia Mignone, grazie all’ausilio delle telecamere nascoste e dei tablet in dotazione della polizia municipale.

Il primo di questi, L.U. (39 anni, residente a Napoli) è stato denunciato a piede libero perché, mentre era intento a pulire il furgone con il quale trasportava prodotti ittici, stava gettando all’interno dell’area ex Sofer diversi rifiuti, tra cui cassette di polistirolo.

All’uomo sono stati contestati anche verbali di polizia amministrativa.

All’altro venditore ambulante intercettato, B.U. di 70 anni e residente a Pozzuoli, è stato contestato un verbale ai sensi del Regolamento di Polizia Urbana per aver imbrattato il suolo pubblico: è stato infatti sorpreso a pulire i prodotti ittici trasportati con il proprio furgone.

Le pattuglie in borghese, appostate nei pressi dell’area di via Fasano con l’apparecchiatura telematica, hanno seguito tutti i movimenti dei due venditori ambulanti, intervenendo tempestivamente e contestando loro i reati penali e gli illeciti amministrativi.

(fonte: comunicato stampa diffuso dal portavoce del Sindaco di Pozzuoli)