Come è accaduto con quelle destinate ai disabili, sul lungomare di via Napoli anche le altalene per bimbi normodotati rischiano di fare una brutta fine.

La colpa è sempre degli incivili più grandi di età, che vi salgono su e, giocandovi come degli infanti, sistematicamente ne distruggono ogni volta un pezzo, mettendo a repentaglio l’incolumità di chi dovrebbe usarle.

(foto di repertorio)

Meno male che ci sono adulti “illuminati” e volenterosi, pronti a rimetterle in sesto.

E’ accaduto anche oggi, quando, per la quarta volta consecutiva, Enrico Borrelli (nonno di un fruitore di questi giochi) a ed il suo amico Mario Cacciuoppolo hanno provveduto a proprie spese a ripararle per evitare che qualcuno si facesse male, così come fanno periodicamente anche molti papà di questi marmocchi.

Ecco come gli adulti distrussero l’altalena per i disabili…

“Voglio ringraziare pubblicamente questi due signori – ci dice A., una mamma del quartiere – per la loro abnegazione nel risolvere questo problema non da poco che abbiamo molto spesso. Mi chiedo però dove sia il Comune, dato che non esiste alcun tipo di sorveglianza su queste giostrine (basterebbe qualche multa dei vigili per scoraggiare chi ne fa uso improprio) e non abbiamo mai visto nessun operaio manutenerle quando si rompono, si usurano o vengono danneggiate. Un minimo di attenzione, oltre che da parte nostra, dovrebbe averla innanzitutto il Municipio su un bene destinato alla collettività e per il quale immagino siano stati spesi dei soldi”.

VIDEO/ I SIGNORI ENRICO E MARIO AGGIUSTANO L’ALTALENA PER I BIMBI

 

Commenti