L’ha buttata lì, da sognatore qual è. E’ la sua “isola che non c’è” ma che, chissà, un giorno potrebbe anche esserci.

E’ la Repubblica Indipendente dei Campi Flegrei, il “lucido delirio” di cui Edoardo Bennato si è reso protagonista attraverso la sua pagina Facebook.

Un’allegra serata con amici, sul lungomare di La Pietra, lo sguardo verso il panorama “più bello del mondo”, il ricordo delle tante canzoni che ha dedicato alla nostra terra, e poi la “provocazione”.

I Campi Flegrei visti dal satellite
I Campi Flegrei visti dal satellite

Mica lasciata cadere così, visto che questo video sta marciando al ritmo di 7 visite al minuto ed ha già sfondato quota 100mila visualizzazioni in dieci giorni.

“Una cretinata? Chissà! –ha detto Bennato nei due minuti di clip-  L’unico problema che abbiamo è che in questo momento facciamo parte ancora del territorio italico (…) Dobbiamo scrollarci di dosso l’Italia e fondare la Repubblica Indipendente dei Campi Flegrei (…)  Tutte le rivoluzioni nascono da cretinate (…) però c’è un fondamento in tutto questo: abbiamo energia, abbiamo le acque termali, abbiamo l’Anfiteatro Flavio di Pozzuoli che potrebbe essere un’alternativa all’Arena di Verona, all’Arena di Verona fanno l’iradiddio, noi qui niente, tutto fermo, tutto bloccato, tutto chiuso, quindi l’Italia via! Ci sta San Marino? Ci sta Montecarlo? E ci sta la Repubblica Indipendente dei Campi Flegrei! Può darsi che quello che in questo momento appare come una grande cretinata, magari tra qualche anno, tra qualche mese, chi lo sa, magari può essere una ipotesi da prendere in considerazione. Perché  c’è poco da fare: qui l’Italia va allo scatafascio e pecchè ‘amma ì appriess’ all’Italia? E’ meglio che l’Italia va allo scatafascio da sola…”.

IL VIDEO DI EDOARDO BENNATO

I commenti dei cittadini si leggono in calce al filmato.

I politici, invece, già ce li immaginiamo a litigare per chi debba diventare “Presidente” di questa “Repubblica”….

 

Commenti