Ha rischiato la vita, insieme a due giardinieri, nel pomeriggio di ieri, per tentare di salvare il salvabile durante una vera e propria tromba d’aria abbattutasi sul suo nuovo locale, aperto l’11 settembre in via Arco Felice Vecchio

Giuseppe Bruno, in arte “Bobò”, notissimo ristoratore puteolano, si è rivolto a Pozzuoli21 per rendere pubblica la sua disavventura.

E lo ha fatto attraverso il video che pubblichiamo qui di seguito ed il suo successivo racconto dell’accaduto.

“Erano circa le 17 quando improvvisamente si è scatenato l’inferno – dice Bobò –  Mi hanno poi detto che quella bomba d’acqua e vento è partita dal lago d’Averno e ha portato via tutto ciò che ha incontrato al suo passaggio. Io ed i miei due collaboratori ci siamo rifugiati all’interno del ristorante appena in tempo. Quando questa specie di tornado ha perso potenza e si è allontanato, abbiamo potuto fare soltanto l’inventario dei danni. Sono andati distrutti quattro gazebo di acciaio da 16 metri quadrati ciascuno e due in legno da 180 metri quadrati totali, sedie e tavoli non ne parliamo proprio. Ho perso 150 posti a sedere sui 270 totali del ristorante.  In pochi istanti sono andati in fumo 40mila euro di investimenti e non avevo ancora avuto il tempo e la possibilità di assicurarmi contro questo tipo di eventi. Vorrei sapere chi mi ripagherà di questo disastro. Spero che venga chiesto e dichiarato lo stato di calamità naturale, perché io adesso, dopo tutti i soldi che ho speso per aprire e quelli che occorrono per gestire l’attività, non saprei dove sbattere la testa per rimettere tutto a posto come prima…”.

Commenti