“Siamo sopravvissuti al Covid ma adesso speriamo che non ci schianti questa puzza da colera”.

E’ l’allarme lanciato da residenti, commercianti e frequentatori del centro storico, dove da tre settimane una perdita fognaria sta appestando un tratto di corso della Repubblica, a due passi dall’omonima piazza.

I liquami provengono dal sottosuolo e fuoriescono anche da un tombino: il fetore è insopportabile e oltre l’aria ha impregnato anche la pavimentazione stradale.

Un mix che le alte temperature di queste ultime assolate giornate di primavera  rendono ancora più cruento per l’olfatto di chi vive, lavora o semplicemente transita in loco.

“Abbiamo allertato vigili urbani e ufficio fogne – dicono le persone che ci hanno contattato –  Vengono, ispezionano, allargano le braccia e se ne vanno senza risolvere il problema: ci è rimasta solo la denuncia mediatica per sperare che qualcuno prenda di petto la situazione e provveda ad eliminare al più presto quello che, nella migliore delle ipotesi, è un pessimo biglietto da visita per la città…”.