Il sindaco Figliolia rivolto ai banchi dell'opposizione durante la seduta consiliare di ieri

Manca oltre un anno al voto per il rinnovo del prossimo consiglio comunale, ma la campagna elettorale è già abbondantemente iniziata.

Lo si capisce dai toni sempre più accesi del dibattito politico in città.

Ieri, durante la seduta del parlamentino civico (incentrato sull’approvazione del bilancio, del documento unico di programmazione e del piano triennale delle opere pubbliche), il clima non è stato da meno, con attacchi e controrepliche al vetriolo tra il sindaco Enzo Figliolia e l’opposizione.

E proprio le forze di minoranza, attraverso due video pubblicati nelle ultime ore, ha voluto stigmatizzare l’atteggiamento e le parole del Primo Cittadino.

Nel primo filmato, il consigliere pentastellato Antonio Caso accusa il Capo dell’Amministrazione di voler soltanto offendere i suoi avversari e gli dedica un “pensiero” finale ricordando la fine ingloriosa del suo primo mandato (con lo scioglimento dell’assemblea per infiltrazioni camorristiche) e lo scandalo relativo ai costi per la costruzione del nuovo mercato ittico e ortofrutticolo al dettaglio di via Fasano, che ha visto lo stesso Sindaco indagato dalla Direzione Distrettuale Antimafia per turbativa d’asta e falso ideologico.

Nella seconda clip, invece, il consigliere Raffaele Postiglione (“Pozzuoli Ora”), ieri assente in aula per protesta, stigmatizza le affermazioni dello stesso Figliolia sulla vicenda delle “Monachelle” e sulla sua idea di valorizzazione di beni a fini sociali e culturali.