Se sbagliare è umano, perseverare è diabolico. Ma noi non vogliamo certo pensare che chissà quale demonio si sia impossessato delle “stanze dei bottoni” al Municipio di Pozzuoli.

E così, giacché non è mai troppo tardi per imparare dai propri errori e seguire esempi virtuosi, oggi vi proponiamo una “lamentela costruttiva”, quella che in tanti invocano quando si critica l’operato della nostra Amministrazione Comunale.

Bene.

Visti i risultati ottenuti con le luminarie di quest’anno, suggeriamo dunque al sindaco Figliolia e all’assessore agli spettacoli Moccia di Fraia di prendere in considerazione ciò che accade da tre anni ad una novantina di chilometri dal “capoluogo” flegreo.

Parliamo di Gaeta, in provincia di Latina, dove, da tre anni, il progetto “Favole di Luce” sta spopolando attirando nella città pontina visitatori da ogni dove.

Che cosa succede lì? Ve lo spieghiamo in poche righe.

Con circa 30mila euro in meno di soldi pubblici rispetto a quelli investiti (300mila euro) da Pozzuoli per gli eventi di fine anno (e con un contributo della Camera di Commercio), si installano luminarie di grandissimo effetto scenografico (anche in collaborazione con grandi marchi nazionali: quest’anno è stata la volta di una nota industria dolciaria), si monta una pista di pattinaggio su ghiaccio e  si fa in modo che tutti gli spettacoli proposti e realizzati dalle varie associazioni siano autofinanziati (grazie a contributi privati), così come il Capodanno in piazza, che non prevede concerti di artisti a cachet, ma musica fino all’alba in collaborazione con emittenti radiofoniche di livello nazionale, a loro volta sostenute dai propri sponsor.

Tutto viene programmato con grande anticipo: basti pensare che la campagna pubblicitaria radiofonica per questi eventi viene affidata a fine agosto e a metà ottobre si conoscono i nomi delle ditte che dovranno lavorare ad uno spettacolo che inizia il 3 novembre e termina il 20 gennaio, mentre a metà febbraio vengono rese note le date della “Favole di Luce” dell’anno successivo e già da adesso si comincia a lavorare per gli eventi primaverili ed estivi.

Un lavoro con i fiocchi  (basta leggere con quale precisione viene indicata, nel bando, la tipologia di luminarie da installare) e seguito personalmente, passo per passo, dal sindaco Cosimo Mitrano (anch’egli, come Figliolia, al secondo mandato consecutivo) in stretta collaborazione con uno staff di professionisti molto preparati e attentissimi alla comunicazione (c’è anche un’app  da poter scaricare con tutte le informazioni utili).

Il risultato (spendendo, lo ripetiamo, meno di Pozzuoli) è quello che potete apprezzare in questi due video che vi proponiamo di seguito.

Commenti