Ore 9.30. Come tutte le mattine, apre il parcheggio del mercato ittico all’ingrosso. Qui i non residenti possono sostare gratis per due ore (ma molti “furbi” riescono a farlo per l’intera giornata, spostando di volta in volta in avanti il disco orario…) mentre i residenti con abbonamento possono farlo per tutto il tempo che vogliono (ovviamente, sempre rispettando gli orari di apertura e chiusura dell’impianto).

Così, ogni giorno c’è la corsa a chi arriva prima per accaparrarsi uno  di questi ambitissimi stalli di sosta.

Il risultato è quello che vedete nel video che ci invia un nostro lettore: sin dalle 9, molte auto in coda all’esterno dei cancelli sprangati bloccano il traffico su via Roma e si crea un imbuto che finisce col  paralizzare la circolazione non solo nella parte bassa della città ma anche sulle direttrici di traffico che conducono all’area portuale e del centro storico.

Un mezzo disastro, insomma.

Tra bestemmie, urla, clacson all’impazzata, la giornata, per molti abitanti o avventori della zona, comincia così.

E’ mai possibile che non si riesca ad arginare questa follia collettiva quotidiana?

E’ così difficile impedire l’accesso allo scivolo esterno all’area di sosta fino a quando il parcheggio non si apre?

E davvero i vigili lì, a quell’ora e in quel posto, non si vedono, come denuncia nel filmato il nostro lettore?

Commenti