Non si placano le polemiche sull’esercitazione di protezione civile in programma nella mattinata di sabato, 19 ottobre, per simulare la fuga da Pozzuoli in caso di eruzione.

Ad intervenire, stavolta, è un autorevolissimo esponente della comunità scientifica, il vulcanologo Giuseppe Luongo, ex direttore dell’Osservatorio Vesuviano e profondo conoscitore del fenomeno bradisismico.

In un’intervista rilasciata all’emittente Campi Flegrei Tv, Luongo, oltre a sottolineare la carenza di informazione e preparazione alla simulazione di fuga, ha sottolineato che “non si dovrebbero trasportare i cittadini con i pullman alla stazione ferroviaria di Napoli in quanto quel percorso in caso di eruzione sarà sottoposto a caduta di cenere e lapilli. Bisognerebbe procedere verso il litorale domizio e la stazione ferroviaria di Villa Literno”.

Luongo si chiede “quale vulcanologo ha avuto questa brillante idea del percorso verso Napoli” e  aggiunge che  non è necessario che i puteolani vengano trasferiti in Lombardia in caso di emergenza, ma potrebbero essere collocati “dal litorale domizio fino ai confini con il Lazio, area che possiamo ritenere, con elevata probabilità del tutto sicura”.

ECCO IL VIDEO INTEGRALE DELL’INTERVISTA