Non è purtroppo la prima volta che accade, ma se errare è umano, perseverare è diabolico e allora vale la pena di tornare sul fatto. Le foto che vedete sono state scattate ieri mattina, domenica 3 febbraio, da un nostro concittadino nella zona del porto di Pozzuoli.

L’autore degli scatti ha accompagnato queste immagini con il seguente commento: “Io davvero non capisco come i vigili urbani, così solerti nel controllare i grattini e i permessi di sosta a tutte le auto parcheggiate in zona, non abbiano visto, davanti ai loro occhi, un parcheggiatore abusivo che stazionava davanti a un notissimo bar-pasticceria all’angolo con l’ingresso al molo caligoliano e che, in cambio di denaro, faceva sostare tantissimi veicoli in doppia fila. Eppure i vigili erano lì a due passi, con la pattuglia di servizio ferma nei pressi del casotto degli ormeggiatori. Non so quanti giri avrò fatto per trovare posto con la macchina e la scena era sempre la stessa. Addirittura ho visto un ausiliario del traffico parlare tranquillamente con uno di questi impuniti. Ma stiamo scherzando? Ma le regole della sosta a Pozzuoli valgono solo per gli automobilisti? Eppure, ricordo che il primo atto del Sindaco, nel 2012, fu un’ordinanza contro i parcheggiatori abusivi. E’ stata per caso revocata o i vigili l’hanno dimenticata?”.

Non c’è da aggiungere altro se non l’invito, ai nostri solerti caschi bianchi, a compiere il loro dovere per intero.

E, se hanno paura di questi soggetti, a compulsare polizia e carabinieri per ripristinare la legalità in un luogo diventato, sotto questo punto di vista, “terra di nessuno”.

Commenti