Ricevo e pubblico*

Dodici verbali di contravvenzione per violazione del codice della strada e sei Daspo: è questo il risultato di una vasta operazione condotta nello scorso fine settimana dalla Polizia Municipale di Pozzuoli nei confronti dei parcheggiatori abusivi.

Gli agenti diretti dal comandante Silvia Mignone, per cogliere gli abusivi nell’esercizio della loro illecita attività, si sono serviti di pattuglie in borghese.

I controlli sono stati effettuati tra venerdì e domenica nelle zone più frequentate della città, dal lungomare al centro storico, da Arco Felice a via Campi Flegrei.

Oltre al sequestro dei proventi scaturiti dalla loro attività, per sei dei dodici fermati è scattato l’ordine di allontanamento immediato per 48 ore così come previsto dal Decreto Sicurezza, un provvedimento introdotto a tutela del decoro delle “aree sensibili” in caso di pericolo e minaccia per la sicurezza pubblica.
Oltre che diretta al contrasto del fenomeno dei parcheggiatori abusivi, l’attività della polizia municipale nel fine settimana ha riguardato anche altri versanti.

In particolare sono state controllate le emissioni acustiche di diversi locali del centro storico: per tre di questi sono scattati verbali per musica alta dopo la mezzanotte.

Una sanzione amministrativa per violazione del regolamento acustico è stata comminata ad una discoteca della zona alta di Pozzuoli che continuava ad emettere musica ad alto volume dopo le ore 3.

Cinque multe per occupazione abusiva di suolo pubblico sono state infine inflitte ai titolari di alcuni ristoranti e bar del centro storico.

“Ringrazio gli agenti della polizia municipale per il lavoro che svolgono ogni giorno, specialmente nei fine settimana, per far rispettare le regole e rendere il più ospitale possibile la città – dichiara il sindaco di PozzuoliVincenzo Figliolia -. Il nostro impegno per contrastare l’odioso fenomeno dei parcheggiatori abusivi non è mai mancato: tutto quanto è nelle nostre possibilità e che le attuali norme ci permettono di fare lo facciamo. Stesso discorso vale per la musica alta: c’è un regolamento e chi non lo rispetta va sanzionato”.

*comunicato stampa dal portavoce del Sindaco di Pozzuoli

Commenti