Chi controlla i controllori? La domanda è sempre quella, la stessa che mi posi il 26 settembre scorso (http://www.pozzuoli21.it/sosta-vietata-chi-controlla-i-controllori/) quando scrissi di una pattuglia di vigili urbani che, per sanzionare numerosi  divieti di sosta in via Pergolesi, si fermò anch’essa in un luogo non consentito dal codice stradale.

Ebbene, pare che un fenomeno del genere non sia isolato all’interno della polizia municipale puteolana.

Infatti, nel tardo pomeriggio di oggi, domenica 2 marzo, un lettore di Pozzuoli21 mi ha inviato un foto scattata col suo cellulare intorno alle 18.30 in via Campi Flegrei, all’altezza della fermata dell’autobus, proprio di fronte ad un notissimo pub.

E’ la foto che vedete in alto e che raffigura un’auto dei vigili urbani in sosta vietatissima (insieme ad altri veicoli parcheggiati davanti) nell’area che il codice stradale, al comma 2d dell’articolo 158, riserva soltanto ai pullman per gli spazi di manovra di accostamento al marciapiede e di ripartenza, ossia le famose strisce gialle a zig-zag.

Secondo la stessa normativa, la  contravvenzione per questa violazione va da un minimo di 80 ad un massimo di 318 euro, mentre 2 devono essere i punti decurtati dalla patente.

Ovviamente, le modalità di “contestazione” dell’infrazione non sono quelle che vi sto proponendo.

Ma spero che una foto del genere, associata al “teatrino” del 26 settembre scorso in via Pergolesi, induca i caschi bianchi a non agire mai più in dispregio delle leggi che loro stessi ci impongono giustamente di rispettare a “colpi” di ramanzine, multe, rimozioni e punti mancanti sul documento di guida.

E’ una questione di principio: se vuoi essere credibile  agli occhi degli altri, devi essere inflessibile prima con te stesso, soprattutto se indossi una divisa.

E se la polizia municipale puteolana è invisa a così tanti cittadini, probabilmente è colpa proprio di alcuni comportamenti “sopra le righe” da parte di qualche vigile forse non ancora del tutto consapevole delle responsabilità che il proprio ruolo istituzionale gli conferisce agli occhi dell’opinione pubblica…