Ti sei mai chiesto cosa determina la tua vita? Perché le cose sono andate e continuano ad andare nella stessa maniera? Perché non cambia una virgola della tua quotidianità quando senti l’esigenza di stravolgere tutto?

Che giustificazioni ti dai quando al mattino ti alzi con l’ansia e la sera di addormenti angosciato/a?

Te lo dico io: addossi la colpa al destino.

No, alla sfortuna.

Aspetta, ad un’ entità superiore che ti ha condannato/a.

Magari cerchi la solidarietà di chi vive da povero/a disgraziato/a proprio come te.

Non sono mica l’unico/a a vivere questa situazione. Tanto l’amore non esiste. La monogamia è un’illusione. La felicità è un attimo.

Ecco come reagisci davanti a qualcuno o qualcosa che non ti permette di vivere bene.

Cerchi rifugio nelle giustificazioni per la pace illusoria e immediata che provocano.

Si, perché il sollievo dura giusto un attimo.

Il tempo di comprendere che al di là delle colpe continuerai comunque a fare la stessa cosa.

Mi spiego meglio: se porti avanti un rapporto di merda, e per evitare di interromperlo (e quindi di decidere) ti attacchi all’amore dei figli, a come potrebbero reagire i tuoi genitori, a cosa penserebbero gli altri, ecc..

Non stai facendo altro che “motivare” (o se preferisci..giustificare) quel sacrificio. Gli hai dato una bandiera. Un credo che agisca da sedativo emozionale.

Devo essere più chiaro? Ti stai prendendo per il culo.

Quanto siamo bravi a cercare scusanti per evitare di fare i compiti!

Io ero un campione.

Poi la vita ci ripresenta la seconda, la terza, la quarta, la quinta interrogazione fino a farci terminare il libretto delle giustificazioni.

Cosa fai quando non sai più a cosa appigliarti?

AGISCI! Come? DECIDENDO. Hai il potere di cambiare tutto. Evita di trovare la forza nell’esasperazione.

SVOLTA subito! Nessuno può impedirti di vivere secondo ciò che ti fa stare bene e che ti rende felice.

Decidere ti lascerà tramortito (per lo sforzo emotivo) ma in pace con te stesso. Avrai fatto ciò che il tuo essere chiedeva da tempo, spezzato le catene che ti tenevano immobile e ripreso le redini della tua vita.

Volere è potere. E se tu decidi, sei già a metà percorso.

Gian Luca Bruno
Sales Manager
gianluca.bruno881@gmail.com